Scoperta una coltivazione di circa trenta piante di cannabis: i carabinieri arrestano un sessantaseienne

Provvidenziale l’intervento dei carabinieri di Montepulciano e della stazione forestali che sono riusciti a scovare una piantagione di circa trenta piante di cannabis, prima che queste potessero essere essicate e immesse sul mercato. Ad essere tratto in arresto, un uomo con precedenti giudiziari, abitante a Sinalunga che aveva, favorito dalla presenza di folta vegetazione e della zona isolata, provveduto a coltivare le piante di Cannabis Indica in un terreno di sua proprietà.

La piena conoscenza ed il controllo del territorio da parte dei carabinieri forestali e l’assodata sinergia con i colleghi della “Territoriale” ha consentito anche questa volta di agire prima che le piante fossero raccolte, essiccate e poi messe sul mercato. Osservazioni ed appiattamenti organizzati hanno dato il loro risultato, il sessantaseienne è stato sorpreso ad accudire le piante nel proprio terreno situato ai confini di territorio fra Torrita di Siena e Trequanda, appezzamento incolto ed isolato che aveva attrezzato per la coltivazione degli esemplari utilizzando concimi e manufatti per l’innaffiamento, rinvenuti sul posto.

A seguito di ulteriore perquisizione nell’abitazione del fermato è stato ritrovato ulteriore stupefacente quasi pronto per il consumo, bilancini di precisone oltre ad una quantità di semi e materiali utili ad impiantare ulteriori piantagioni. Presente inoltre una “nursery” collocata all’interno per l’accrescimento delle nuove piantine.

Pertanto, l’uomo veniva tratto in arresto e posto ai domiciliari a disposizione della Procura della Repubblica di Siena”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui