Il consigliere regionale Scaramelli chiude il mandato e lancia un’altra sfida: “Disponibile per la giunta in caso di vittoria di Giani”

Fine e inizio. Conclusione del mandato, partenza della campagna elettorale: da una parte il lungo elenco delle cose fatte, dall’altro le intenzioni per un secondo mandato, magari da assessore. Stefano Scaramelli, “punta di diamante”, così come lo ha definito Matteo Renzi, di Italia Viva, lancia la sfida per le prossime elezioni regionali. “Sono disponibile per una responsabilità di governo – dice – in un percorso di crescita politico personale, naturalmente in caso di vittoria del centrosinistra e di Eugenio Giani”. “Mi ricordo il futuro”: Scaramelli riparte da questo slogan.

“Sono stati cinque anni importanti – continua Stefano Scaramelli – in Piazza del Campo cinque anni fa festeggiammo le quindicimila preferenze, un risultato straordinario e da qua ripartiamo. Siena e le Terre di Siena hanno il dovere di essere protagoniste nel governo regionale. Sono stati cinque anni straordinari, sono oltre 20 leggi che portano la mia firma, norme che sono tutte nate dai cittadini: dal pronto soccorso pediatrico, al terzo settore, al durante di noi, alla disabilità, fino ad arrivare a tutti gli interventi nella sanità che hanno fatto tornare Siena al centro del sistema regionale. Ma non solo: commercio, turismo, finanziamenti. Sono arrivati oltre 50 milioni di euro per questo territorio. Bisogna avere ambizione, non per quanto mi riguarda, ma per quanto riguarda la città e il suo territorio”.

“Dalla legge sui vaccini alla cooperazione sociale, dal terzo settore alla più grande mole di finanziamenti mai arrivati nelle terre di Siena in una sola legislatura – ha detto Scaramelli – gli elementi principali che hanno caratterizzato il mio mandato. Questo mi era stato chiesto di fare come rappresentante senese, ci siamo riusciti. Siena è tornata protagonista centrale dell’agenda politica regionale”.

Sulla campagna elettorale alle porte Scaramelli ha detto: “Mi ricordo il futuro perché è necessario avere memoria e consapevolezza di quanto fatto per avere stimoli nuovi e impegnarsi ancora di più. Un futuro che inizia da Piazza del Campo per portare Siena e le sue terre nel governo della Regione Toscana. Come Italia Viva saremo determinanti per la vittoria di Eugenio Giani alle regionali. L’auspicio è rappresentare questo territorio con ancora più incisività. Partiremo dal mondo del lavoro e del sociale, al centro donne, imprese, professionisti della sanità. La determinazione non è mai mancata, come dimostrano le tante sfide vinte nonostante tutto, e a volte molti, che erano partite proprio da questa città. La vittoria è stata di tutti, dei cittadini in primis”.

In merito alla possibilità di ricoprire un ruolo di governo come assessore in Giunta, con la vittoria di Eugenio Giani alle regionali, Scaramelli ha spiegato di aver fatto “un percorso politico lento”, che lo ha visto prima consigliere comunale, poi assessore, sindaco, consigliere regionale, presidente della più importante commissione consiliare, quella alla sanità e al sociale, e anche presidente di un gruppo politico di maggioranza, che gli hanno consentito di “maturare esperienze e competenze tali da non farmi tirare indietro davanti a maggiori responsabilità qualora mi verranno richieste”.

Le parole di Stefano Scaramelli, consigliere regionale di Italia Viva.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui