Genitori e figli ai nastri di partenza. Oggi Siena da il via al primo giorno di scuola

Genitori e figli ai nastri di partenza. Oggi Siena da il via al primo giorno di scuola. Per i più piccoli, prima elementare, è l’esordio assoluto: l’inizio di un percorso di vita, ma, a pensarci bene, è anche il “D-day” per tante maestre e così la loro emozione, che non si può osservare dal vivo, “corre e scorre” sulle pagine di Facebook.

Sara scrive alla collega Chiara:

Cara maestra mia,
purtroppo a questo giro avremo due ruoli diversi e distanti. Non hai fatto poco a supportarmi da subito in questo periodo così carico di ansia. Mi mancherà venire in classe, mi mancheranno quei piccoli teppistelli e mi mancheranno i nostri piani artistici, le nostre risate e anche le sclerate del venerdì. Insomma mi mancherà tutto. Ma soprattutto mi mancherai tu”.

La scuola, fantastica invenzione, regala anche questo genere di rapporti umani. Preziosa linfa per chi li vive e per chi, nel processo di crescita, li osserva.
“Domani inizieremo questo nuovo anno e, ti dico la verità, mi sento un po’ spaesata, confusa e anche un po’ in ansia, ma nonostante tutto voglio sfruttare questa ansia per mettercela tutta e mettermi di nuovo in gioco. E anche se saremo in due scuole diverse, so che tu ci sarai e sarai sempre pronta a tirarmi su. Buon inizio maestra del mio cuore! Ti voglio bene!”.

Il buon inizio, care Sara e Chiara, lo auguriamo noi a voi. A tutte voi. Custodite per diverse ore ed ogni giorno il reale futuro di questo Paese che, anche in un momento di difficoltà, pensando alla sua scuola, soprattutto oggi, si sente un po’ più ricco.

Giornalista ed operatore della comunicazione nel pubblico impiego. Vive a Siena città che vede crescere i suoi figli. Adora il calcio anche se lo pratica più con la penna che con la palla.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui