Quattro mostre in contemporanea e l’ipotesi di una collaborazione con il Museo Egizio

Al Santa Maria della Scala sono in corso quattro mostre. Non era mai accaduto prima. Si tratta di temporanee che fanno parte di un percorso importante in attesa che termino i lavori in quattro cantieri, tra cui la Corticella.

Le mostre sono “Il sogno di Lady Florence Phillips”, con opere anche di Van Gogh e Warhol e curata da Simona Bartolena;  Love is Blind/Blind for Love un percorso suggestivo per i cinque sensi; quindi una panoramica su Sergio Vacchi con opere scelte dalla mostra di successo che si è chiusa a luglio ed infine “Dürer, Altdorfer e i maestri nordici” dalla Collezione Spannocchi di Siena.

Sempre al Santa Maria della Scala da lunedì 31 agosto è nuovamente possibile accedere alla consultazione presso la Biblioteca e Fototeca Giuliano Briganti. Iniziative che l’assessorato alla cultura di Siena, guidato dal sindaco Luigi De Mossi, ha coordinato e sostenuto tanto da ricevere il recente plauso della presidente del Museo Egizio di Torino, Evelina Maria Augusta Christillin che ha visitato lo Spedale proprio con De Mossi (nella foto da sinistra l’imprenditrice Chiara Segafredo, la presidente del Museo Egizio, il rettore dell’Opa Pratesi e il sindaco con la delega alla cultura). E secondo alcune indiscrezioni dell’entourage del primo cittadino e della Christillin potrebbero aprirsi le porte ad una collaborazione tra i due enti.

Intanto nonostante le difficoltà del Covid il Santa Maria della Scala grazie alle quattro mostre registra numeri record. Si parla di quasi centomila ingressi. I numeri ufficiali saranno resi noti tra pochi giorni.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui