Ferie delle Messi, La Giostra dei Bastoni 2022 (Foto di Leonardo Antognoni)

In piazza Duomo, poco prima dell’inizio della XXIX edizione della Ferie delle Messi, abbiamo intervistato il nuovo regista della manifestazione, Gianluca Foresi

A pochi minuti dall’inizio della XXIX edizione della Ferie delle Messi abbiamo incontrato Gianluca Foresi, il nuovo direttore artistico della manifestazione, per presentare l’edizione 2023 della festa medievale sangimignanese.

La Ferie delle Messi 2023 è stata anticipata dall’Ambasceria di Dante e da una serie di iniziative in questo mese di giugno. Come lo spettacolo “Giullar Bertoldo e lo spartito dimenticato”, che ha visto la collaborazione dei Cavalieri di Santa Fina con l’Istituto comprensivo Folgòre da San Gimignano. Come un concerto e una lettura commentata dei Sonetti di Folgòre da San Gimignano. E da una conferenza del professore emerito di Storia medievale dell’Università di Venezia Gherardo Ortalli e una “rievocazione di pittura” del sangimignanese Alessandro Andreuccetti.

E, in questo terzo fine settimana di giugno, si terrà la manifestazione organizzata dai Cavalieri di Santa Fina. Il regista Gianluca Foresi ha esposto il programma della festa che, nei giorni 16, 17 e 18 giugno, farà tornare San Gimignano nel Medioevo.

Le parole di Gianluca Foresi, il regista della XXIX Ferie delle Messi

Il ricco programma di avvicinamento e il regista non sono le sole novità della XXIX Ferie delle Messi. Sono nuovi molti gruppi di artisti come gli Acrobati del borgo, i trampolieri di CircaTeatro, i musici di Finis Terrae. Prima partecipazione anche per la delegazione del “Corteo Storico di Fiorentino e Federico II” e gli Sbandieratori e musici “Florentinum” della Città di Torremaggiore (FG), le Lame scaligere di Verona. Un gradito ritorno è rappresentato dalla Compagnia delle Terre d’Elsa, che affiancheranno i Tamburi, le Bandiere, le Chiarine, l’Ensemble Medioevo in Danza, gli Arcieri delle Quattro contrade dei Cavalieri di Santa Fina. Presenze tradizionali sono quelle della Fanfarenzug di Meersburg, degli Sbandieratori de L’Aquila e degli Antichi Mestieri di Medicina (Bologna).

Come tutti le edizioni cambia l’autore del drappellone: quest’anno è stato realizzato dal maestro sangimignanese Maurizio Masini.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui