Nei giorni scorsi i ragazzi delle terze medie a Casa Giubileo dove nel 1944 persero la vita 19 partigiani per mano della Guardia Nazionale Repubblicana

Giovani studenti sangimignanesi a lezione di educazione civica nei luoghi simbolo della Resistenza per comprendere i valori della memoria storica e della libertà. I ragazzi delle terze medie dell’Istituto Folgòre da San Gimignano hanno potuto assistere nei giorni scorsi ad una lezione tenutasi a Casa Giubileo, nel luogo dove avvenne l’Eccidio di Montemaggio in cui persero la vita 19 partigiani per mano della Guardia Nazionale Repubblicana il 28 marzo 1944.

A raccontare la vicenda al gruppo di giovani interessati è stato il professor Riccardo Bardotti ricercatore e responsabile per la didattica presso l’Istituto Storico della Resistenza Senese e dell’Età Contemporanea. Ad accompagnare i ragazzi, oltre ai docenti, l’assessore con deleghe ai diritti e alla memoria del Comune di San Gimignano, Daniela Morbis. Con tale iniziativa è tornato in presenza, dopo 3 anni di appuntamenti on line a causa della pandemia, il calendario di attività del Protocollo d’intesa sulle “Attività di tutela e valorizzazione del patrimonio storico, politico e culturale dell’Antifascismo e della Resistenza” siglato da amministrazione comunale di San Gimignano, la locale sezione Anpi e l’Istituto Folgòre da San Gimignano. 

Un calendario di attività che da diversi anni vede impegnati i giovani studenti sangimignanesi in un percorso costante di educazione civica, ricco di momenti formativi, per permettergli di conoscere la loro Costituzione, i loro diritti e doveri di cittadini e la storia della Liberazione nazionale e locale dal nazifascismo. 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui