Il leader della Lega atteso a Siena il prossimo 19 luglio

Atteso per il 30 giugno (appuntamento poi disdetto), Matteo Salvini torna a Siena, a distanza di alcuni mesi rispetto alla campagna elettorale per le regionali della scorsa estate e a tre anni dalla sua “prima volta” al Palio di Siena. Il nuovo appuntamento è stato fissato il 19 luglio, quando il leader della Lega farà tappa in città presso uno degli stand del Carroccio per la raccolta delle firme sulla riforma della giustizia.

Era luglio 2018, infatti, quando il leader della Lega venne a celebrare la vittoria di Luigi De Mossi, ottenuta appena qualche giorno prima alle elezioni comunali. Poi diversi ritorni, ultimo dei quali per la campagna elettorale legata alle regionali.

Sarà una visita da una parte “elettorale” in vista delle suppletive a Siena per la sostituzione del dimissionario PierCarlo Padoan e in programma in autunno assieme alle amministrative (in provincia di Siena si voterà a Chiusi, Trequanda e Monticiano). Dall’altra Salvini tornerà sicuramente sul tema sicurezza. Sul primo fronte il centrodestra, Lega in testa visto che la proposta di candidatura arriva proprio dal Carroccio, sostiene convintamente l’imprenditore Tommaso Marrocchesi Marzi che peraltro è già in campagna elettorale da più di un mese e che domani sarà presente a Siena.

Sul secondo fronte Salvini nei giorni scorsi ha annunciato ufficialmente “rinforzi in arrivo in provincia di Siena, con più di diciotto donne e uomini in divisa che andranno ad arricchire l’organico delle Forze dell’Ordine da metà luglio a metà settembre. È una risposta concreta alle necessità del territorio in vista del periodo turistico, fortemente voluta dal sottosegretario all’Interno con delega alla Pubblica Sicurezza Nicola Molteni”.

Per quanto riguarda le elezioni suppletive non si registrano al momento novità sul fronte del centrosinistra e del Pd, dopo l’invito ufficiale a candidarsi spedito dai Dem di Siena al segretario nazionale Enrico Letta. Le primarie prima, le fibrillazione all’interno del Movimento Cinque Stelle che potrebbero minare alcune alleanze territoriali poi pare abbiano al momento distolto Letta dal prendere una decisione su Siena: “Non è una priorità” ha detto il leader del Pd, che evidentemente dovrà sistemare prima le questioni romane e poi sciogliere la riserva sulla sua candidatura. Nella speranza che riesca almeno da queste parti a unire non solo il Pd ai grillini, ma anche a Italia Viva, perché il risultato nel collegio Toscana XII potrebbe non essere così scontato, come indicano alcune proiezioni, tenendo anche conto del fatto che in Valdichiana aretina la Lega e il centrodestra sono maggioranza.

La data delle elezioni autunnali ancora non c’è, ma la campagna elettorale è già partita e la presenza di Matteo Salvini a Siena è la dimostrazione palese. 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui