Matteo Salvini

Matteo Salvini ha fatto visita a Siena per sostenere il candidato per le suppletive del collegio senese Tommaso Marrocchesi Marzi

E’ arrivato a Siena questa mattina il leader della lega Matteo Salvini. Prima la tappa al laboratorio Diesse poi il pranzo al ristorante Guido e la visita al sindaco di Siena Luigi De Mossi. La giornata si è conclusa alle Logge del Papa con la raccolta firme sulla riforma della giustizia e il supporto al candidato per le suppletive del collegio senese Tommaso Marrocchesi Marzi. Salvini ha escluso qualsiasi ipotesi di svendita accelerata di Mps mentre ha espresso fiducia e ottimismo sul possibile Palio ad autunno.

“Ieri sono uscite alcune dichiarazioni di Letta in merito al fatto che in Toscana le destre hanno preso troppo piede. Si chieda perché. Io vi darò le risposte”. Sono queste le parole che Marrocchesi ha usato oggi dopo le dichiarazioni che il suo avversario ha rilasciato a Montalcino lo scorso 17 luglio.

“Si chiama democrazia – ha incalzato Matteo Salvini -, il 10 ottobre la scelta sarà tra un candidato che viene da Roma o da Pisa e uno che viene da Siena che, se venisse eletto rimarrebbe a Siena, conoscendo i problemi della sua gente, va fatta quindi una scelta di orgoglio. Ci avevano detto di prendere un nome famoso, noi invece abbiamo scelto un senese normale, con la partita iva in tasca e che conosce bene il territorio”.

Il leader della Lega ha risposto con ironia alle intenzioni di Enrico Letta di voler lasciare il Pd qualora dovesse perdere la corsa a Siena: “Faremo di tutto per restituirgli il tempo libero”. Non sono poi mancati i riconoscimenti verso il laboratorio Tls, che Salvini ha visitato in mattinata: “E’ un distretto che da lavoro alle persone. E’ necessario investire in ricerca, sviluppo e salute. Son contento di aver visitato questa eccellenza mondiale”. Parole di speranza anche sul Palio: “Speriamo che il Sindaco riesca nel miracolo di restituire ai senesi in autunno il Palio, ci lavoriamo, sempre in sicurezza”.

Sulla Banca Monte Paschi ha poi rassicurato: “Escludo che la Lega dia il consenso a qualsiasi ipotesi di svendita accelerata, non è possibile. Se c’è bisogno di qualche anno in più per riportare in equilibrio la Banca, la Lega c’è, escludo qualsiasi tipo di svendita perché lo impone l’Europa. In parlamento e in Europa e ovunque la Lega farà di tutto per evitare che salti un solo posto di lavoro legato al Monte dei Paschi di Siena. È la banca più antica di tutte, sopravvissuta a due guerre ma non al Pd. Accompagneremo i risparmiatori e i lavoratori sulla via della ripartenza senza svendere. Che poi venga il Pd a spiegare ai senesi come rimediare al disastro fatto da loro è surreale”.

Affrontato anche il tema dell’obbligo vaccinale e del green pass: “Io sono contro gli obblighi, sono per le libertà, bisogna convincere le persone a tutelare la loro salute. Non è giusto oggi 19 luglio parlare di multe, di divieti di costrizioni, di zone rosse, di liste di proscrizione per i nostri giovani che hanno il diritto di tornare alla vita in normalità. Bisogna tutelare gli 80enni senza massacrare i 15enni. Quando sento parlare di vaccino obbligatorio per i nostri ragazzi che vanno a scuola io dico e dirò sempre no, sulla pelle dei bambini non si scherza. Noi stiamo lavorando giorno e notte per garantire la sicurezza, il vaccino, la vita ai milioni di italiani con più di 60 anni che ancora non hanno fatto il vaccino e che devono essere convinti a tutelare la loro vita completando il piano vaccinale. Le terapie intensive per fortuna sono libere in 98 letti su 10. Quindi prudenti sì, vaccinati sì per scelta però senza multe, divieti o terrore. Parlare di obbligo vaccinale – ha ribadito il leader della Lega – per studenti o insegnanti non fa parte di un paese libero, non ha alcun senso scientifico né culturale. Ognuno deve essere libero di scegliere. Il green pass? Non ha senso. Richiede due dosi di vaccino vuol dire che tutti gli italiani sotto i 30 anni non possono pendere autobus, andare in pizzeria, in treno. Non è possibile. L’obiettivo è mettere in sicurezza gli over 60”.

Matteo Salvini a Siena

L’arrivo di Matteo Salvini alle Logge del Papa con l’intervento di Tommaso Marrochesi Marzi

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui