L’ex allenatore: ”Il Siena in Eccellenza? Le regole vanno rispettate”

Si è tenuta ieri, 27 novembre, l’annuale consegna della Briglia d’Oro, la cerimonia organizzata dall’AIAC in cui vengono premiati allenatori e sportivi distintisi nella precedente stagione. All’evento era presente anche l’ex allenatore Arrigo Sacchi. Il ”poeta di Fusignano” ha parlato ai nostri microfoni del momento del Milan, squadra con la quale ha vinto uno scudetto, una Supercoppa italiana, due coppe Intercontinentali, due Supercoppe Uefa e due Coppe dei Campioni: ”Seguo sempre il Milan – ha dichiarato – quest’anno sta avendo molti alti e bassi, è evidente che ci sia qualche problema. Il più grande è quello di aver fatto venire troppi stranieri, che ci mettono un po’ più di tempo ad ambientarsi. Pioli? Si sta impegnando ed è un bravo ragazzo, ma quando vedi una squadra sparpagliata per il campo vuol dire che non c’è gioco”. L’ex allenatore ha commentato anche la situazione relativa alla Robur e alla sua ripartenza dai dilettanti: ”Siena in Eccellenza? Dispiace, ma le regole sono regole e vanno rispettate. A volte piacciono, altre no”.

Onorato della presenza di Sacchi, il Presidente dell’AIAC Siena Romano Perini: ”Avere personaggi di questo spicco è molto importante – ha dichiarato Perini -. Sacchi lo conosciamo tutti, è un’icona del calcio mondiale, Calzona, invece, sta entrando nel mondo degli allenatori importanti. Ha fatto un qualificazione importante in un girone difficile e su di lui c’è già l’attenzione di alcune squadre italiane. Per noi è un piacere vedere questi allenatori alla briglia d’oro”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui