Riqualificazione in zona Pescaia, Pugliese: “Molta attenzione ai percorsi pedonali anche in considerazione dei vicini istituti scolastici superiori”. Progetto da oltre 800mila euro

E’ un progetto atteso da anni e che potrebbe permettere un netto miglioramento della viabilità in una zona nevralgica, soprattutto in certe ore della giornata e dove, secondo i dati, si verificano gran parte degli incidenti cittadini. L’intersezione fra via Pescaia, via Cesare Battisti, via Bettino Ricasoli e via Martiri Caserma Lamarmora è finalmente realtà: approvato il progetto dalla giunta comunale. Costo di poco superiore agli 800mila euro, il Comune spera di accelerare il più possibile i tempi e realizzare l’opera entro il 2021. E’ una delle “grandi opere” del Piano Urbano della Mobilità redatto dall’amministrazione comunale e approvato dal consiglio comunale.

“Una delle priorità che abbiamo individuato – dice il vicesindaco Andrea Corsi a Gazzetta di Siena – di cui la città ha esigenza per snellire il traffico e anche cercare di risolvere problemi di incidenti. La trasformazione di questa intersezione, andando anche a gestire anche lo snodo e l’immissione in via Chiarugi, è una priorità che va risolvere uno dei problemi più sentiti dai cittadini senesi, anche in questa fase di traffico un po’ più leggero per le misure anti Covid e lo smartworking. Secondo i lavori dei nostri tecnici e le previsioni fatte, andremo a ridurre i tempi di attesa e percorrenza di oltre il 30 per cento, ridurremo sensibilmente gli incidenti, che in Strada di pescaia sono purtroppo frequenti”.

“Un intervento realizzato dai tecnici del Comune – spiega Corsi – che andrà a mettere in sicurezza passaggi pedonali, recuperiamo anche zone come quella dell’ex distributore. Si creano anche nuove aree verdi e pedonali. I tempi? Lavoriamo per tempi più rapidi possibili, siamo consapevoli che in questo contesto con transito veicolare più leggero è favorevole per questo tipo di intervento. Ci sono delle procedure che impongono alcuni tempi, contiamo nel corso del 2021 di poter consegnare a Siena questa importante opera”.

“Prende forma il Piano urbano della mobilità sostenibile – conclude Andrea Corsi – in cui è esplicitata l’intenzione di trasformare alcune intersezioni in rotonde con altri interventi analoghi, proprio per poter dare a Siena la dotazione infrastrutturale tale da poter sopportare un traffico inteso. Lo speriamo, vorrà dire che la città è capace di attrarre persone per studiare, venire a curarsi o visitare le bellezze artistiche”.

Le parole di Andrea Corsi, vicesindaco del Comune di Siena a Gazzetta di Siena.

Un intervento realizzato grazie al lavoro dell’assessorato ai lavori pubblici guidato da Sara Pugliese.

“Il progetto – spiega Sara Pugliese -, redatto dai nostri uffici comunali che ringrazio e con cui mi complimento per l’impegno e l’ottimo lavoro, prevede un investimento di 815.000 euro per nuove opere e per la riqualificazione di opere già esistenti su una superficie complessiva di circa 5500 mq. Nello specifico l’ampliamento delle sedi stradali per la creazione della rotatoria, nuove isole spartitraffico rialzate, una rampa di accesso su via Chiarugi, nuovi marciapiedi e percorsi pedonali, opere a verde, demolizione dell’ex distributore di carburante, adeguamento della fognatura bianca ove necessario e dei sottoservizi e impianti preesistenti, nuova illuminazione pubblica e segnaletica”.

“Tale intervento – conclude -, inserito nel Programma Triennale 2021-2023 dei Lavori Pubblici, è teso a migliorare la fluidità del traffico, ridurre la velocità di transito e garantire la sicurezza di uno degli snodi viari più rilevanti per la mobilità di accesso e di attraversamento della zona centrale della città. Nel progetto è stata inoltre messa molta attenzione ai percorsi pedonali anche in considerazione dei vicini istituti scolastici superiori”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui