Giornata di tensione e ansia: quale futuro per la Robur Siena?

“A nome dell’amministrazione invito tutti alla calma, siamo fortemente impegnati per trovare una soluzione per il bene collettivo, pur fra mille difficoltà. Il tutto nella piena consapevolezza di quella che è la situazione, che comprendo, così come comprendo la frustrazione del tifo”. Lassessore allo sport del Comune di Siena Paolo Benini chiude con queste parole un’altra difficile giornata per la Robur Siena, alla ricerca di soluzioni per il futuro.

La giornata

Doveva essere (nuovamente) la giornata decisiva. Domani sarà (nuovamente) la giornata decisiva? Di certo quella appena passata è stata una giornata (nuovamente) di voci, di indiscrezioni, di risposte date (in consiglio comunale) e di risposte non date (quelle ai tifosi che hanno invaso la sede del Siena). Sullo sfondo la più completa incertezza: da una parte ripiomba nel (forte) dubbio il passaggio di proprietà fra Anna Durio e la FramGroup, dall’altra si avvicina “pericolosamente” la data del 5 agosto, giorno entro il quale dovrà essere ultimata l’iscrizione alla prossima stagione. Secondo le ultime indiscrezioni sarebbe slittata l’assemblea dei soci, convocata per il 31 luglio: la data sarebbe quella del 3 agosto, appena 48 ore prima della scadenza per l’iscrizione.

L’allarme Foresti

I (nuovi) dubbi sono sorti nella tarda serata di ieri, quando è rimbalzata anche a Siena l’indiscrezione secondo cui Diego Foresti sarebbe vicinissimo a un accordo con il Catanzaro. Aggiornamento clamoroso, visto che Foresti ha direttamente lavorato all’accordo fra la famiglia Durio-Trani e la Fram Group, tanto da essere perfino scontata la sua investitura per l’incarico di direttore generale della Robur. Addirittura si era anche già parlato di nuovo organigramma (Foresti nuovo dg Massimo Tarantino nuovo direttore sportivo, Francesco Baldini tecnico in vantaggio su Gallo, Calabro e Pecchia, pur non contando l’anno di contratto ancora in essere con Alessandro Dal Canto). Con Foresti al Catanzaro, tutto andrebbe in fumo. E, con ogni probabilità, anche la sopracitata trattativa.

Il consiglio comunale

Questa mattina si è consumato anche il consiglio comunale, che, dopo la commissione consiliare sport, ha trattato l’argomento Robur, con le risposte dell’assessore allo sport Paolo Benini alle interrogazioni di Forza Italia e Fratelli d’Italia. Benini si è trattenuto anche a margine del consesso comunale per spiegare altri aspetti della vicenda.

La contestazione dei tifosi

Nel tardo pomeriggio, altra sorpresa. Alcuni tifosi, circa venti, hanno deciso di bussare alla porta della sede in via Banchi di Sopra, a “caccia” di risposte dirette da Anna Durio. Contestazione dura, ma pacifica, segnale importante della preoccupazione dei tifosi e del momento che sta attraversando la Robur.

Il futuro

Il futuro è adesso. Detto del possibile slittamento dell’assemblea dei soci, infatti, non c’è oggettivamente più tempo. Sia per riallacciare i fili della trattativa con la Fram Group, sia per provare a recuperare i possibili acquirenti del recente passato, ovvero la famiglia armena, questione complicata come ha detto Benini questa mattina per mancanza di tempo. Domani, dunque, dovrebbe essere una giornata decisiva. L’ennesima sotto il cielo bianconero. Più nero che bianco.

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui