Voci sul cambio di proprietà: potrebbero essere ore decisive

Potrebbero essere ore decisive per il cambio di proprietà della Robur Siena. Nelle ultime ore si sono accavallate voci sulla possibile cessione da parte di Anna Durio, con alcune cordate di imprenditori che avrebbero bussato alla porta della sede di via Banchi di Sopra per acquisire la maggioranza delle azioni del calcio bianconero. Secondo alcune indiscrezioni potrebbero essere ore decisive per il cambio di proprietà, anche se tutto starebbe avvenendo con il massimo riserbo: non ci sono peraltro, come normale, dichiarazioni ufficiali da parte della presidente o da parte dei dirigenti bianconeri.

Dietro alla cordata interessata al Siena, tuttavia, non ci sarebbe Joe Tacopina, ex Bologna, Roma e soprattutto Venezia (è presidente onorario), dove ha lavorato anche con l’ex direttore sportivo della Robur Giorgio Perinetti. Altra indiscrezione riguarderebbe Alejandro Bulgheroni, imprenditore argentino con interessi nel settore vinicolo in provincia di Siena, ma anche questa voce non trova al momento riscontri.

Dal punto di vista societario si avvicina comunque un’altra incombenza: entro il 15 luglio bisogna saldare gli stipendi degli ultimi mesi, che per il Siena significa sborsare una cifra attorno ai centomila euro per non incombere in ulteriori due punti di penalizzazione da scontare nella prossima stagione, oltre al punto che rimane da conteggiare per il mancato pagamento entro il 16 marzo degli emolumenti di gennaio e febbraio.

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui