La domanda di iscrizione incompleta presentata dalla Robur ha escluso i giallo-verdi da ogni possibilità di ripescaggio

Continuano le critiche all’operato della società Montanari. Questa volta, a lamentarsi è l’amministratore delegato del Sangiuliano city, squadra neo retrocessa in Serie D che, a causa della domanda di iscrizione incompleta presentata dalla Robur non potrà essere ripescata in Lega Pro

“E’ stata una vera porcata quella servita dal Siena e da chi ha curato una domanda d’iscrizione palesemente incompleta- afferma l’amministratore delegato- Guarda caso era il nostro ex direttore generale, esonerato lo scorso settembre, che evidentemente ha voluto farci questo sgarbo.Per quello che ci riguarda abbiamo dato mandato al nostro legale di procedere per valutare ogni possibile situazione, anche se sappiamo che ci sono interessi piuttosto scontati a far entrare in gioco l’Atalanta Under 23 piuttosto che noi. Si parla tanto di riforme del sistema calcio, ma poi si dà modo a certi personaggi di continuare a operare all’interno di questo mondo, quando si dovrebbe partire proprio da lì per provare a cambiare le cose”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui