Maddaloni recupera Paloschi e si affida a Disanto e Varela per tornare alla vittoria in una delle gare più sentite della stagione

E’ datata 2011 la punizione di Cristiano Del Grosso allo stadio Zecchini di Grosseto che portò, oltre al successo nel derby, tre punti importantissimi verso la promozione in Serie A della Robur in quella stagione. A dieci anni di distanza sono cambiate molte cose per il Siena, a cominciare dalla categoria. Tuttavia la rivalità con i maremmani è rimasta intatta, così come la voglia dei tifosi e della società bianconera di sognare in grande. Per cui, oggi alle 17.30 al Franchi, il Siena è chiamato ad un doppio obiettivo: vincere il derby e riscattare la sconfitta subita contro la Lucchese nell’ultimo turno.

La buona notizia per mister Maddaloni è il ritorno tra i convocati di Alberto Paloschi. Sebbene l’ex attaccante di Chievo e Spal non sia ancora pronto per partire titolare, l’emergenza infortuni sembra ormai alle spalle. L’allenatore bianconero avrà quindi moltissime scelte in difesa, anche se probabilmente verrà confermata la stessa retroguardia vista a Lucca, con Terzi e Terigi al centro e Mora e Favalli terzini. A centrocampo spazio al trio composto da Bianchi, Pezzella e Cardoselli, anche se non è escluso l’impiego di Acquadro. Anche in attacco dovrebbero esserci le conferme di Disanto, Varela e Cardoselli, con Karlsson che si farà trovare pronto in caso di necessità.

Il Grosseto è in piena crisi. I biancorossi sono il peggior attacco del campionato, hanno perso le ultime tre partite e non vincono da oltre un mese e mezzo. Questi risultati hanno inevitabilmente portato la squadra all’ultimo posto, condiviso con la Viterbese. I ragazzi di mister Lamberto Magrini sono quindi obbligati a vincere per evitare di vedere sempre più vicino l’incubo della Serie D. La rosa è composta da molti giovani e vede negli attaccanti Filippo Moscati e Davide Arras (alla Pianese fino alla scorsa stagione) gli elementi più pericolosi.

La situazione in cui si trova il Grosseto non deve far dormire tranquilla la Robur. Innanzitutto perchè i derby sono partite che fanno storia a sé ed i risultati a sorpresa sono sempre dietro l’angolo. Inoltre, i maremmani daranno tutto il meglio per cercare di risollevare una situazione sempre più complessa. La gara è insidiosissima e ci vorrà il miglior Siena per portare a casa i tre punti. Tuttavia, nell’ultimo mese la squadra è migliorata tantissimo in termini sul piano del gioco, continuando su questa strada i risultati sono destinati ad arrivare.

Sono nato a Melito di Porto Salvo (RC) e mi sono diplomato al Liceo Classico di Reggio Calabria. Dopo la maturità, ovvero sia più di sei anni fa, mi sono trasferito a Siena, una città che ormai è più di una seconda casa. Qui ho conseguito una laurea triennale in Scienze Politiche e una magistrale in Scienze Internazionali e Diplomatiche. Da sempre appassionato alla scrittura, il mio proposito è quello di raccontare ciò che mi accade intorno in modo obiettivo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui