Paris (Pd): “A Siena sono subito finanziati ben 10 progetti e altri 65 sono tra i finanziabili”

“Il risultato dei due bandi della Regione Toscana su ricerca e sviluppo dimostra quanto il sistema senese sia vitale e attento a sfruttare le opportunità. A Siena sono subito finanziati ben 10 progetti e altri 65 sono tra i finanziabili. Nel nostro territorio c’è la consapevolezza di quanto sia importante la ricerca finalizzata all’innovazione. In questo senso la partnership tra l’Università di Siena e le imprese del territorio è fondamentale e lo sarà anche nei prossimi anni. Senza innovazione difficilmente si può pensare ad un’economia capace di tornare a crescere.”

Così la consigliera regionale Anna Paris commenta le graduatorie dei bandi su ricerca e sviluppo pubblicati da Regione Toscana.

A livello regionale i due bandi vedono ammessi 292 progetti di partenariato, 1010 imprese coinvolte, più di 133 milioni di euro di contributi richiesti a fronte di oltre 341 milioni di investimenti – e sono già usciti anche i due decreti che finanziano con 36 milioni i primi progetti: sessantuno, quelli con il punteggio più alto, per 255 aziende che vi partecipano. Si dividono tra imprese che lavorano nel settore della chimica e delle nanotecnologie, dell’information technology e delle fotonica o parte di quell’insieme più ampio e trasversale che lavora alla cosiddetta ‘fabbrica intelligente’.

“Molti dei progetti finanziabili vedono la partecipazione di piccole e micro imprese. E’ un segnale molto positivo perché testimonia una grande capacità progettuale, idee e voglia di investire – spiega Paris –. Come dimostrano gli esiti di questo bando, che premia principalmente le realtà sedi di poli universitari e di ricerca, la sinergia tra le università e il mondo delle imprese è fondamentale per la progettazione di nuovi prodotti, mercati e linee di produzione, elementi essenziali per la competitività delle imprese sul mercato.”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui