La giunta approva il progetto svelato dalla Gazzetta di Siena: percorso di visita e di riscoperta dell’opera

Il Buon Governo di Ambrogio Lorenzetti, l’Allegoria più conosciuta nel mondo, si potrà vedere sotto un profilo diverso: attraverso i ponteggi che saranno allestiti per il suo restauro, infatti, sarà possibile osservare la sua bellezza e le sue caratteristiche da pochi centimetri. Come svelato dalla Gazzetta di Siena, Palazzo Pubblico ha pensato a un progetto culturale che potesse valorizzare ulteriormente il ciclo di Lorenzetti.

Il progetto di manutenzione ordinaria del ciclo pittorico di Ambrogio Lorenzetti “Allegoria ed effetti del Buono e del Cattivo Governo” (con una spesa di 60mila euro più Iva) è stato approvato nell’ultima giunta comunale

L’intenzione sarebbe infatti quella di legare al restauro con tecniche innovative anche un percorso di visita e di riscoperta dell’opera, con la possibilità unica, come è stato in passato per la Maestà di Simone Martini, di vedere da vicino, attraverso i ponteggi utilizzati per il restauro, le particolarità dell’opera decantata in tutto il mondo, utilizzando i ponteggi che saranno allestiti nella Sala dei Nove di Palazzo Pubblico. Un percorso emozionale di incredibile valore culturale e turistico che l’amministrazione comunale e il sindaco De Mossi si apprestano a lanciare.

Nell’atto si legge che “tali affreschi sono stati restaurati verso la fine degli anni ’80 e che, ad oggi, risulta necessario procedere con un intervento” e che “il suddetto intervento consentirebbe tra l’altro, con l’ausilio delle odierne tecnologie, di osservare più approfonditamente l’opera e di svolgere una preziosa attività di studio e ricerca sulla materia e tecnica esecutiva dell’affresco, non ancora indagata da storici e studiosi, ma che, al pari di un documento cartaceo d’archivio, custodisce e offre informazioni preziose sia sulla storia del ciclo stesso che sulla società dell’epoca in cui fu realizzato”.

Il progetto vede fra i partner il Rotary.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui