Ieri nell’area dell’ex poligono oltre mille e 500 persone si sono date appuntamento da tutta Italia per un rave di Pasqua organizzato sui social.

I proprietari dell’area in questione hanno sporto formale denuncia ai carabinieri questa mattina per occupazione abusiva di terreni.

A loro insaputa, infatti, sono arrivati da tutta Italia oltre mille persone che hanno letteralmente invaso la zona. Sono stati proprio gli stessi proprietari ad insospettirsi quando hanno visto avvicinarsi molte macchine che convogliavano nello stesso punto di ritrovo. Loro non erano assolutamente a conoscenza di quanto stesse avvenendo. Anzi, in un primo momento hanno pensato quasi ad un tentativo di furto insospettiti da questi movimenti strani con le auto che stavano arrivando in massa.

Appreso quanto stava accadendo, sono stati proprio i proprietari a sporgere denuncia che servirà forse ad individuare eventuali responsabili tra gli organizzatori.

Il terreno in questione, tra l’altro, è oggetto di un procedimento penale attualmente in corso e in possesso ancora dell’ex titolare dell’ex poligono Campolungo. ll terreno dovrà essere riconsegnato ai proprietari soltanto dopo l’avvenuta bonifica, quindi di fatto i proprietari lo sono a titolo formale ma non sostanziale perchè non sono attualmente in possesso dell’area in questione.

Il giornalismo è una professione che non si sceglie, è lui che sceglie te. Ho sempre creduto che il valore di un vero professionista sta nel fatto di mettersi completamente a servizio del "racconto", stare un passo indietro piuttosto che sentirsi gli attori di ciò che scriviamo. Noi siamo solo il tramite per far arrivare il "racconto". Per questo prendo in prestito le parole di Joseph Pulitzer per ricordare la raccomandazione più importante: "Presentalo brevemente così che possano leggerlo, chiaramente così che possano apprezzarlo, in maniera pittoresca che lo ricordino e soprattutto accuratamente, così che possano essere guidati dalla sua luce."

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui