Un evento importante anche per la sensibilizzazione collettiva e il sostegno all’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti

Domani sarà celebrata la 63^ “Giornata Nazionale del Cieco”. Un evento importante anche per la sensibilizzazione collettiva e il sostegno all’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti.

Proprio la sezione di Siena, “Cavaliere Attilio Borelli di Siena”, in collaborazione e con la supervisione del Dott. Simone Alex Bagaglia, medico chirurgo oculista, anche per celebrare l’evento, domani alle ore 11:00, inaugurerà uno studio oculistico specialistico presso il Centro Medico RiabilitiAmo (Strada della Tressa 9, località Coroncina, Siena ) che avrà particolari funzioni.

L’idea nasce dalla volontà di aprire una struttura particolarmente rivolta agli aderenti all’Associazione UIC di Siena e provincia e ai loro familiari e collaboratori.

Inoltre lo studio sarà aperto, previo appuntamento, a tutti coloro che volessero accedervi. Sarà inoltre attivo, in diversi periodi dell’anno, per campagne di screening gratuiti riguardanti le principali patologie oculari quali: glaucoma, cataratta, maculopatie etc. troppo spesso trascurate e quindi diagnosticate in stato avanzato. La storia e la letteratura scientifica dimostrano che, anche in materia oftalmologica, la prevenzione è di fondamentale importanza per prevenire patologie che potrebbero essere diagnosticate troppo tardi.

Ad evidenziare l’importanza dell’evento le parole di Massimo Vita, presidente proprio della sezione della città del Palio: “Lunedì si celebra la giornata del Cieco e a Siena inauguriamo una struttura oculistica che, a prezzi calmierati, permetterà ai soci dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti di avere le prime cure in modo immediato. Avremo la possibilità di portare avanti, sempre di più e meglio, l’attività di prevenzione in stretta sinergia con la Usl sudest e il policlinico senese che sono sempre il nostro punto di riferimento principale. La prevenzione della cecità è un valore triplice: sanitario, sociale ed economico. Faccio appello ai cittadini di stare vicini all’U.I.C.I. per permettere la continuazione di un lavoro indispensabile.”

Questo ambulatorio, pur essendo privato, offrirà, ad un costo equo, prestazioni mediche e successivamente esami di secondo livello quali quello del campo visivo manuale o computerizzato e L’OCT e potrà essere un primo approccio per poter indirizzare chi ne avesse bisogno alla chirurgia oculare presso le migliori strutture del sistema sanitario nazionale.

Giornalista ed operatore della comunicazione nel pubblico impiego. Vive a Siena città che vede crescere i suoi figli. Adora il calcio anche se lo pratica più con la penna che con la palla.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui