Le dichiarazioni dell’attaccante del Poggibonsi in vista della partita di domenica alle 14:30

“Quest’anno sto giocando sulla corsia opposta rispetto all’esperienza di Ghiviborgo. Dopo aver riscontrato alcune difficoltà iniziali, piano piano, allenandomi e disputando partite, sto acquisendo padronanza e prendendo fiducia anche a sinistra con il piede debole” ha dichiarato il difensore giallorosso Andrea Poggesi, in vista della sfida contro la Sangiovannese.

“Domenica scorsa mi sono trovato a mio agio anche come quinto, ruolo che avevo già ricoperto nelle giovanili della Fiorentina. Ho avuto più libertà di attaccare e di concludere. Abbiamo vinto contro un grande avversario e questo standard di prestazioni deve costituire il nostro punto di riferimento per tutto il campionato”.

“Anche le vittorie insegnano – prosegue -, quindi la sbornia per il successo prestigioso contro l’Arezzo deve essere già stata smaltita, altrimenti non saremmo ancora un gruppo maturo. Una mano considerevole ce la stanno dando i tifosi con la loro presenza costante. Si è creata un’atmosfera piacevole. Sono convinto che ci aiuteranno anche a San Giovanni Valdarno”.

“La Sangiovannese è una squadra di valore, che sta attraversando un momento brillante. Giocheremo le nostre carte con umiltà, consapevoli di incontrare un avversario in salute, che ha colto risultati importanti – ancora -. A dicembre giocheremo cinque gare in neanche venti giorni. Come sempre bisogna ragionare partita per partita, creando in ogni incontro le migliori condizioni per centrare la vittoria. Servirà concentrazione per preparare bene le sfide nel breve arco temporale tra un incontro e l’altro”.

In conclusione: “L’obiettivo del Poggibonsi non si sposta da quello della salvezza. Ogni domenica scendiamo in campo per i tre punti e ridurre così la distanza numerica dalla quota indicativa di 42-43, bottino che dovrebbe garantirci la permanenza in Serie D.”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui