Gambassi: “Ogni azione si inquadra in una gestione organica a tutela di tutti. Implementeremo con nuovi impianti”

Cambierà volto l’area verde che costeggia la linea ferroviaria in via della Ferrovia. Nei prossimi giorni sarà necessario tagliare le alberature presenti, un intervento programmato a seguito di sollecitazione da parte di Rfi. Le alberature (undici di cui nove pini e due cedri dell’himalaya) non sono conformi per dimensione ed altezza con le disposizioni previste dalle norme in materia di sicurezza e regolarità dell’esercizio delle ferrovie relativamente alla vegetazione.

Per ripristinare la conformità è necessario procedere con l’abbattimento, con apposito intervento che è stato concertato con gli uffici tecnici di Rfi (ieri, 13 settembre, l’ultimo sopralluogo).

“Ogni intervento si inquadra in una gestione organica del patrimonio arboreo, che si fa carico dei tanti aspetti da conciliare, dalla necessità del verde e della sua cura alla tutela della sicurezza – dice l’assessore all’Ambiente Roberto Gambassi –  Il tema delle alberature è centrale nella vita di una città e negli anni l’amministrazione si è dotata di una progettazione specifica, con attività di ricognizione, interventi puntuali e programmazione di medio e lungo termine. In tal senso stiamo lavorando a una fase di nuovi e mirati impianti per implementare in maniera spinta la nostra flotta di alberi che vogliamo sia sicura e sempre più grande”.

“Questo è il contesto di ogni singola azione, per tutelare il verde e le persone  – prosegue Gambassi – Alcuni giorni fa si è reso necessario il taglio di un albero nel giardino pubblico ex Vanni, perché la pianta era ‘seccata in piedi’ e dopo ripetuti sopralluoghi e un monitoraggio durato oltre un anno, è stata valutata un potenziale rischio. In questo specifico caso invece, in via della Ferrovia, i motivi del taglio non sono legati alla salute delle piante bensì ad una espressa richiesta da parte di Rfi sempre per corrispondere a ragioni di sicurezza”.

Contestualmente alla programmazione dell’intervento è stata predisposta una sistemazione a verde dell’area con nuovi impianti: “L’area tornerà alberata – dice Gambassi – con piante adatte al luogo e alla presenza vicina della ferrovia”.

Il progetto di sistemazione paesaggistica dell’area in questione prevede la messa a dimora di alberature con crescita contenuta e quindi conformi alle disposizioni predette. Si tratta di alberi che garantiranno benefici ambientali, un adeguato ombreggiamento delle zone e avranno spiccati connotati ornamentali. L’impianto di undici nuove alberature sarà accompagnato dalla messa a dimora di graminacee per schermare la presenza della linea ferroviaria”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui