L’appello del gruppo al sindaco Bussagli

“Una vita dedicata a salvare uomini e donne sotto le bombe, in paesi in guerra dove tutti scappavano lui restava a curare gli ultimi della terra”. E’ quanto il gruppo Poggibonsi in Azione ricorda di Gino Stada, con un appello rivolto al sindaco Bussagli.

“Nato nel 1948 a Sesto San Giovanni – raccontano da Azione – in provincia di Milano, si è spento a Rouen in Francia lo scorso 13 Agosto. Medico chirurgo, ha dedicato tutta la sua vita ad assistere i feriti di guerra, con la Croce Rossa in Pakistan, Etiopia, Tailandia, Afghanistan, Perù, Gibuti, Somalia, Bosnia e poi dal 1994 come fondatore di Emergency in tanti altri paesi come Ruanda, Cambogia e Afghanistan. Un simbolo di libertà e amore verso il prossimo, mai così attuale come in questo periodo difficile a causa della pandemia“.

Chiediamo – concludono – al sindaco Bussagli ed alla nostra Amministrazione di intitolare una strada o una piazza ad un uomo che ha dedicato la sua vita al prossimo per curarlo nei luoghi dove tutti scappavano, un medico che come tanti oggi insieme a infermieri e personale sanitario hanno dedicato la loro vita per il prossimo in Italia e nel mondo”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui