simbolo partito azione

Riccardo Clemente (Azione Poggibonsi): “Accogliamo con favore l’arrivo di investimenti per strade, piazze e piste ciclabili ma riteniamo che anche la Cultura debba ricevere la giusta attenzione”

“Bene rifare piazze e marciapiedi ma Poggibonsi ha bisogno di investire anche in Arte e Cultura“. E’ questo l’appello di Riccardo Clemente responsabile della sezione di Azione a Poggibonsi, il partito guidato da Carlo Calenda. Poggibonsi ha le dimensioni di una importante città per la nostra Provincia ma non possiede nemmeno un museo dove poter ammirare dipinti, sculture o dove dare spazio a giovani artisti.

“Abbiamo due piccoli musei – spiega Clemente -, quello di Paleontologia ‘Francesco Costantino Marmocchi’ nel centro storico chiuso dal 2018 e quello della Pala del Pollaiolo a Staggia aperto solo su richiesta. Abbiamo alcune sculture sparse per la città di importanti artisti grazie solo alla loro generosità. Non molto per una città come Poggibonsi”.

“Accogliamo con favore l’arrivo di investimenti per strade – continua Clemente -, piazze e piste ciclabili ma riteniamo che anche la Cultura debba ricevere la giusta attenzione da parte dell’Amministrazione che ha puntato sull’Archeodromo e qualche murales ma non ha dimostrato la dovuta attenzione a promuovere luoghi ed attività culturali importanti. Abbiamo castelli, pievi, chiese che racchiudono importanti opere d’arte, spazi comunali che potrebbero ospitare mostre itineranti o permanenti, ma non abbiamo mai investito in questo settore“.

“Abbiamo anche una lunga tradizione agroalimentare – prosegue Clemente -, manifatturiera che andrebbe valorizzata con una mostra permanente di quello che era il recente passato di Poggibonsi, le sue origini e tradizioni, che l’hanno resa il più importante centro della Valdelsa. Siamo in attesa di sapere l’evoluzione del progetto Uffizi Diffusi, nella speranza che si possa avere in mostra permanente nella nostra città, opere importanti dal più importante Museo di Firenze e forse del mondo”.

“Chiediamo al Sindaco ed a questa Amministrazione – conclude Clemente -, di investire nella cultura di questa città cercando di attrarre fondi del Pnrr così come ha fatto per i marciapiedi e le piste ciclabili”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui