Bussagli: “Iniziamo un viaggio nei lavori che stanno interessando la città, a partire dalle scuole che per noi sono sempre state e continuano ad essere la priorità”

Lavori in corso nel Borgaccio e ultima fase per la Leonardo Da Vinci. Doppio sopralluogo del sindaco David Bussagli che venerdì, 7 luglio, insieme al presidente della commissione speciale PNRR Simone De Santi e alcuni consiglieri comunali si è recato nelle due scuole dove sono i lavori.

“Iniziamo un viaggio nei cantieri che stanno interessando la città e iniziamo ovviamente dalla scuole, che per noi sono sempre state e continuano ad essere la priorità – dice il sindaco David Bussagli – L’obiettivo è quello migliorare gli spazi di crescita e di formazione dei nostri bambini e ragazzi, renderli più sicuri e anche adeguati alle esigenze della comunità scolastica e della comunità tutta. Un percorso avviato nel tempo e che, anche grazie alle risorse straordinarie della programmazione europea, abbiamo potuto proseguire e implementare, come dimostrano i due lavori in corso”.

Entrambi gli interventi sono il secondo lotto di lavori già realizzati nei due plessi. I lavori alla scuola secondaria di primo grado Leonardo Da Vinci sono iniziati a gennaio e interessano il blocco 3 dell’edificio (il blocco 1 è già concluso). Riguardano adeguamento sismico e rinforzo strutturale, adeguamento funzionale ed efficientamento energetico. Un investimento di circa 850mila euro di cui oltre 670mila cofinanziati con contributi ministeriali confluiti nel PNRR.


I lavori alle scuole d’infanzia Picchio Verde e Arcobaleno in Borgaccio sono invece iniziati  più recentemente, con un investimento di 1.280.000 finanziato nell’ambito del “Cantiere toscana”, promosso dalla Regione Toscana attraverso contributi del Cipess (Comitato interministeriale per la programmazione economica e lo sviluppo sostenibile). I lavori riguardano i due blocchi di aule non interessati dal primo stralcio dell’intervento e sono finalizzati all’adeguamento sismico dell’intero edificio con l’obiettivo di migliorare le condizioni di sicurezza e la funzionalità.

“Nel plesso del Borgaccio siamo nella fase iniziale dell’intervento, con le demolizioni delle parti che saranno poi oggetto di adeguamento sismico – dice il sindaco – Alla Leonardo Da Vinci l’intervento procede spedito verso la fine e ci consentirà di restituire gli spazi alla scuola, adeguati e sicuri, già dal prossimo anno scolastico”.

“Si tratta di oltre 2 milioni di euro a cui si aggiungono gli ulteriori 4,5 milioni di euro per il nido Rodari e per la scuola Pieraccini che sono lavori di imminente inizio – prosegue Bussagli – Un complesso di risorse della nostra comunità destinato alle scuole perché è giusto così. Un’opera di ammodernamento che ci ha visto impegnati negli anni e su cui andiamo avanti con convinzione perché per noi la scuola viene prima di tutto”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui