Durante la seduta del Consiglio Comunale di oggi, l’assessore allo sport ha risposto all’interrogazione del gruppo del Partito Democratico

“Nuove soluzioni sono allo studio per tutta l’area della piscina e dell’area verde di piazza Amendola”. Così l’assessore allo sport del Comune di Siena Lorenzo Loré, ha risposto, durante la seduta del Consiglio Comunale di oggi, venerdì 21 luglio, all’interrogazione presentata dai consiglieri del gruppo Partito Democratico Giulia Mazzarelli, Gabriella Piccinni, Alessandro Masi e Luca Micheli in merito alla piscina comunale di piazza Amendola e all’area verde circostante.

“Nei giorni scorsi – ha spiegato Loré – ho effettuato un sopralluogo nell’area assieme all’assessore al decoro Barbara Magi per verificare sia gli spazi della piscina, oggetto di vandalismi, sia la situazione dell’area verde. Abbiamo concordato la necessità di studiare nuovi strumenti e nuove attività per rivitalizzare l’area e, allo stesso tempo, attuare quello che potrebbe diventare un vero e proprio ‘presidio sociale’ degli spazi oggetto di danneggiamento. Vogliamo dunque attivare tutta una serie di attività, affinché l’area verde sia ancora più vissuto e utilizzato da cittadini, famiglie, bambini e anziani Allo stesso tempo per questo ci siamo confrontati con il Comitato Uisp di Siena, attuale gestore della piscina. E’ al vaglio anche la possibilità di aumentare i controlli nella zona, variando gli orari di chiusura del parco e dialogando con le forze dell’ordine e la Polizia Municipale, compatibilmente con le altre esigenze, per passaggi anche nelle ore notturne”.

“Per quanto riguarda la piscina – ha ricostruito Loré in risposta al documento illustrato dal consigliere Giulia Mazzarelli – è in vigore dal 2016 il project financing che affida la gestione dell’impianto a Uisp di Siena. Tale affidamento è arrivato dopo la prevista procedura pubblica, con la quale veniva affidata in concessione alla Uisp comitato di Siena la gestione delle piscine comunali ‘Acqua Calda’ e ‘Amendola’ con connessi lavori accessori di ristrutturazione e riqualificazione per un periodo di diciannove anni. Nel contratto in essere è prevista, nei termini di legge, la possibilità di revisione del piano economico – finanziario per ogni evento o circostanza di forza maggiore, ferma restando la permanenza dei rischi trasferiti in capo al concessionario.

Tale richiesta è pervenuta da parte di Uisp a giugno 2021 ed è stata deliberata dalla giunta comunale, dando mandato al Servizio Sport di dare avvio al procedimento di eventuale riequilibrio del citato piano economico-finanziario delle Piscine Comunali ‘Acqua Calda’ e ‘Amendola’, a fronte dell’emergenza epidemiologica da Covid-19 e di avviare un iter di revisione del Pef e confronto secondo le seguenti linee di indirizzo: eventuale proroga del termine di scadenza della concessione, come espressamente previsto dalle disposizioni legislative, nonché come espressamente previsto dalla norma speciale che limita a massimo tre anni tale facoltà di proroga; eventuale stralcio dei lavori ancora da eseguire, in particolare relativi alla realizzazione dei pannelli solari termici; eventuale modifica dell’importo del contributo erogato annualmente dal Comune previa revisione organica ed accurata istruttoria del Pef; eventuale revisione delle tariffe relative all’affitto di spazi acqua. L’amministrazione ha così proceduto a richiedere la formalizzazione da parte di Uisp di una serie di nuovi documenti per la rideterminazione dell’equilibrio. La proposta completa di tutti i documenti è pervenuta nel maggio 2023 ed è ora in fase di valutazione ed istruttoria. Alla luce di quanto sopra detto sono attualmente in fase di verifica ed istruttoria le richieste del concessionario Uisp che in merito alla Piscina Amendola ipotizza la riapertura dal gennaio 2024”.

Il consigliere Giulia Mazzarelli (Partito Democratico) si è dichiarata parzialmente soddisfatta della risposta in quanto “gli elementi elencati dall’assessore sono buoni propositi, che chiedo di trasformare in pianificazione e progetti reali, che vedano anche il coinvolgimento dei cittadini residenti nella zona”. “Come Partito Democratico – ha concluso – vigileremo affinché questi impegni vengano portati avanti e realizzati il prima possibile”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui