Lo ha affermato il vicesindaco Corsi durante l’ultimo Consiglio comunale dopo le lamentele dei cittadini per le condizioni in cui versa il Parco

Andrea Piazzesi, membro del Gruppo misto, durante il Consiglio comunale di ieri ha riportato le lamentale di numerosi cittadini per il degrado in cui versa il Parco Unità d’Italia, un importante spazio verde a disposizione dei cittadini dove poter trascorrere piacevoli momenti all’aria aperta.

“La presenza di sporcizia di ogni tipo – ha informato il consigliere – residui di bivacchi, escrementi umani e vetri disseminati un po’ ovunque. Una situazione che sembra da addebitare a frequentazioni in ore serali e notturne di soggetti che non si curano del rispetto delle regole del vivere civile e che ne limita, quindi, la fruizione da parte di senesi e turisti perché l’area non garantisce la necessaria sicurezza e tranquillità”.

E’ stato quindi richiesto al sindaco di eseguire “accurati controlli da parte delle forze dell’ordine, soprattutto durante le ore notturne se intende provvedere ad una sua costante pulizia”.

Il vicesindaco Andrea Corsi, nel ricordare all’Aula che il Parco ha un’estensione di tre ettari, ha informato che “attualmente nell’area sono presenti 14 grandi cestini che vengono svuotati quotidianamente, escluso nei giorni festivi; mentre ogni lunedì Sei Toscana procede alla pulizia dei bracieri e allo spazzamento manuale di tutta l’area. Durante i restanti giorni l’azienda monitorizza, comunque, il Parco intervenendo, in caso di necessità, per la raccolta dei rifiuti presenti. L’intenzione è comunque quella di potenziare i lavori nei giorni di maggiore afflusso e di prevedere dei passaggi notturni, in concerto con l’assessore alla sicurezza Clio Biondi Santi, da parte della Polizia Municipale per rendere migliore un parco molto usato dalla cittadinanza”.

Piazzesi nel ringraziare il vicesindaco si è detto soddisfatto e ha dichiarato che “naturalmente valuteremo il procedere degli interventi descritti“.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui