sindaco di Siena Luigi De Mossi

Il sindaco torna sull’argomento anche alla luce di quanto accaduto dopo la vittoria dell’Italia agli Europei

“Siamo all’attenzione di tutti e faremo un ragionamento molto articolato sulla vicenda. Sinceramente non so cosa ci riserverà il futuro, se ci sarà o meno la possibilità di fare un palio straordinario. Certamente ci vuole una condivisione completa con tutte le contrade e con tutte le istituzioni cittadine”.

A margine della presentazione di questa mattina presso la Biblioteca Intronati, il sindaco Luigi De Mossi torna a parlare di Palio Straordinario, non abbandonando la possibilità di poter effettuare una carriera straordinaria a fine estate, anche alla luce di quanto accaduto ieri sera dopo la vittoria dell’Italia agli Europei, sia a Wembley, ma anche semplicemente in Piazza del Campo.

Tante sono sicuramente le variabili in gioco a partire dallo stato di emergenza in scadenza il 31 luglio, ma in odore di essere prolungato fino alla fine dell’anno. Circostanza questa che, come si dice, “taglierebbe la testa al toro”, togliendo di fatto la possibilità di organizzare la Festa. Poi l’andamento della pandemia, la situazione dei contagi e dei ricoveri. E le Contrade, che come il sindaco sottolinea ogni volta, avranno il loro ruolo fondamentale.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui