Il “Palio che non c’è”: questa sera a partire dalle 22 in diretta da Piazza del Campo Gazzetta di Siena racconterà i giorni del rito annullato

In questo 2021 senza Palii di luglio e di agosto cade il quarantennale del Consorzio per la Tutela del Palio, l’organismo fatto dalle Contrade e per le Contrade, prime beneficiarie, insieme a tutta la comunità senese, di quel meccanismo, delicato e pure così tenace negli anni, che ha permesso di difendere il rito senese dagli attacchi esterni e anche di “promuoverlo” in maniera equilibrata.

Lo scorso 25 giugno (data chiave per la nascita del Consorzio nel 1981, grazie alla lungimirante idea di Guido Iappini, allora Rettore del Magistrato delle Contrade) è stata celebrato il primo quarantennale, seguiranno altri eventi nelle prossime settimane. “L’idea – spiega il presidente del Consorzio Gianni Morelli – è partita come riconoscimento verso tutti coloro che si sono prodigati veramente tanto nel Consorzio. Probabilmente solo chi entra nel consiglio e chi ha un’esperienza all’interno di esso riesce a comprendere quale sia l’impegno che si mette. Chi c’è stato fin qui ha fatto veramente tanto e quindi è giusto pensare a un tributo, da dirigenti del Consorzio, ma soprattutto da senesi. E’ stata una serata nella quale abbiamo ripercorso i 40 anni e attività e funzioni del Consorzio. Ma vuole essere anche un impegno per il futuro. Lo spirito è lo stesso, la parola chiave è la tutela come 40 anni”.

Il pensiero principale per il futuro è rivolto alla rete, fra problematiche e opportunità. “Cosa fosse il web 40 anni fa- sottolinea Gianni Morelli – non si sapeva di certo, ma del resto non lo sappiamo neppure adesso, nel senso che non sappiamo dove possa andare nel prossimo futuro. Certamente la nostra idea è quella di gestire la rete e non subirla. La rete può dare anche delle opportunità positive e positive, per cui dobbiamo cercare di cogliere questi aspetti migliori. Ci aspettiamo che lo facciano anche i contradaioli con più maturità. A volte si fanno scangei per cose di poco conto, mentre si sottovalutano quelli che sono attacchi mirati e più importanti e spesso che hanno anche con un secondo fine. Dobbiamo cambiare tutti insieme, il Consorzio per primo, per cercare di coinvolgere maggiormente i contradaioli”. “Del resto – sottolinea ancora Morelli – bisogna mettersi in testa che il Consorzio non è un ente terzo come alcune volte viene percepito, ma fatto da diciassette soci che sono i diciassette Priori in rappresentanza di tutte le Contrade. Quindi il Consorzio siamo noi”.

In questi giorni di “non Palio” alcune riflessioni potrebbero essere proprio queste. “Sarebbe tempo perso – spiega Morelli – pensare a quello che non è stato, cioè al Palio che non si corre e che non può essere. Approfittiamo di questa sciagura per sottolineare i nostri valori. Mi viene in mente il nostro sito, inaugurato il primo dicembre scorso. E’ significativo il dato degli accessi. Il sito attrae a prescindere dalla corsa delle Carriere, dobbiamo acquisire questa consapevolezza”. Morelli è anche Rettore della Nobil Contrada del Bruco.

“Sono giorni duri- ammette – lo dico da rettore e da senese. Lo scorso anno abbiamo vissuto male questa esperienza, eravamo spaesati, ma nella nostra testa c’era la speranza e la testa era rivolta a vivere ancora di più la contrada in attesa del futuro. Quello che speravamo non c’è stato e non so cosa succederà. E’ pesante e non tanto per la corsa ma per quello che stiamo vivendo all’interno delle Contrade. I nostri vecchi fanno un po’ fatica a tornare, per quanto riguarda i nostri giovani sono abbastanza soddisfatto fin qui, ma temo che qualcuno perda un po’ l’abitudine a vivere la Contrada. E questo è un problema su cui riflettere, da subito”.

Il “Palio che non c’è”: questa sera a partire dalle 22 in diretta da Piazza del Campo Gazzetta di Siena racconterà i giorni del rito annullato: interviste, commenti, immagini, collegamenti. Vi aspettiamo dalle ore 22 in streaming www.gazzettadisiena.it e sulla nostra pagina Facebook, in collaborazione con Ivo e AllVision Tv.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui