Il mossiere: “Lusingato della fiducia dei capitani, ho dato disponibilità completa, qualsiasi sia la data”

“Sono lusingato dell’atto di fiducia che i capitani hanno dimostrato nei miei confronti facendo il mio nome. Sono davvero felice che ancora una volta abbiano pensato a me e di aver ricevuto questa chiamata”.

La voce di Bartolo Ambrosione, il mossiere che i capitani delle 17 contrade hanno scelto all’unanimità nella riunione di ieri, per gli eventuali palii del 2021, comunica una gioia sincera per questa nuova possibilità di tornare sul verrocchio. Anche se non si sa ancora quando.

“Purtroppo la situazione sanitaria mondiale non ci consente di fare programmi precisi, ma io ho dato la mia completa disponibilità qualsiasi sia la data, luglio, agosto o anche dopo. Non vedo l’ora di tornare a Siena. In quest’annata triste è mancato tantissimo a me il palio, posso solo immaginare cosa sia stato per un senese… Però voglio pensare positivo e credere che andando verso la bella stagione e con una buona dose di vaccini che riusciremo a fare, (speriamo!) sarà possibile vederci in Piazza del Campo“.

Da esperto pensa che questo lungo stop possa aver pregiudicato qualcosa per quanto riguarda i cavalli?

“No, non credo che lo stop possa influire, i cavalli sono stati comunque allenati. Ovviamente per poter arrivare al palio ci sarà bisogno di una preparazione adeguata, che si potrà fare attraverso gli appuntamenti del protocollo”.

I capitani delle contrade infatti proprio ieri hanno avanzato l’ipotesi, che nei prossimi giorni sarà portata all’attenzione dell’amministrazione comunale, di prolungare l’addestramento, in caso di un palio posticipato.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui