Investimento da dodici milioni da parte della Regione Toscana. Ecco cosa ospiterà la nuova struttura

Dodici milioni di euro dalla Regione Toscana per il nuovo poliambulatorio dell’Asl Toscana Sud-Est. Un finanziamento che vale due risultati non da poco: dopo anni di attesa finalmente l’edificio di viale Sardegna viene riqualificato e i servizi del poliambulatorio di Pian d’Ovile vengono spostati in una struttura più grande. Di questi dodici milioni, sette saranno utilizzati per l’acquisto dell’edificio e cinque per la ristrutturazione. Già oggi l’Azienda dovrebbe approvare la delibera per la progettazione definitiva.

Il nuovo poliambulatorio ospiterà il consultorio; il servizio di Salute mentale infanzia e adolescenza; ambulatori specialistici, di medicina generale, di pediatri di libera scelta e infermieristici; l’assistenza domiciliare; la presenza medica e infermieristica h24, aperti ogni giorno della settimana; il Cup; il Punto Unico di Accesso; l’Unità di valutazione multidimensionale; il collegamento con i servizi sociali; la diagnostica di base; la continuità assistenziale; i servizi accessori.

“E’ un’operazione resa possibile dall’impegno della Regione e dal protocollo con il Comune – ha affermato il presidente dell’Asl Toscana Sud-Est Antonio D’Urso sulle colonne della Nazione -. Ringrazio tutti gli interlocutori istituzionali coinvolti nei vari passaggi, dalla Regione, alla Provincia, al Comune”. La Regione ha stanziato in tutto oltre sessantuno milioni per la sanità toscana: “Siena ha ottenuto la quota più altra – ha spiegato l’assessore regionale alla Sanità Simone Bezzini sul Corriere di Siena -. La situazione dei servizi era frammentata, con questa mossa si ottengono più risultati”.

Anche il consigliere comunale del Partito Democratico Alessandro Masi ha commentato quella che è una svolta importante per la sanità senese: “Il polo di Viale Sardegna è una risposta concreta per la sanità pubblica e per l’accesso universale dei cittadini ai servizi – spiega Masi -, con risorse che erano state assegnate dal governo di centro sinistra con il Ministro Speranza e che adesso sono arrivate a destinazione grazie alla Regione e a Simone Bezzini. Purtroppo, al di là dei proclami, il governo di destra a Roma non ha salvaguardato il fondo sanitario nazionale e come cittadini siamo preoccupati per il futuro del diritto universale ad essere curati, dal momento che nel bisogno non tutti possono permettersi la sanità privata. Si discute spesso di questi temi in consiglio comunale, e leggo una forte contraddizione dai banchi della destra senese”. 

Sono nato a Melito di Porto Salvo (RC) e mi sono diplomato al Liceo Classico di Reggio Calabria. Dopo la maturità, ovvero sia più di sei anni fa, mi sono trasferito a Siena, una città che ormai è più di una seconda casa. Qui ho conseguito una laurea triennale in Scienze Politiche e una magistrale in Scienze Internazionali e Diplomatiche. Da sempre appassionato alla scrittura, il mio proposito è quello di raccontare ciò che mi accade intorno in modo obiettivo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui