Condanna a 20 anni per l’omicida di Giogiò, il musicista napoletano che aveva studiato all’Accademia Chigiana di Siena

Condanna a 20 anni di carcere per il giovane diciassettenne accusato dell’omicidio di Giogiò, il musicista 24enne Giovanbattista Cutolo ucciso lo scorso 31 agosto a Napoli. Giovanbattista Cutolo era un talentuoso musicista che aveva studiato all’Accademia Chigiana di Siena. L’omicidio era avvenuto per una lite per il parcheggio.

Il giudice del Tribunale dei Minorenni di Napoli ha accolto la richiesta formulata dal pm. 

A pronunciare la sentenza è stato il gup del Tribunale dei Minorenni, Umberto Lucarelli. A chiedere i 20 anni di carcere è stato il pm Francesco Regine. In precedenza, l’avvocato dell’imputato aveva chiesto la messa in prova per il 17enne imputato, richiesta non accolta dal giudice. 

Momenti di tensione sono stati vissuti all’esterno del Tribunale dei Minori di Napoli, dove parenti del 17enne condannato hanno urlato contro amici e la famiglia del ragazzo ucciso. La tensione è durata alcuni minuti. Alcune persone legate al minorenne condannato hanno anche fatto gesti minacciosi invitando i parenti di Cutolo a raggiungerli. I giovani amici del ragazzo ucciso hanno intonato un coro che chiede giustizia per Giogiò. I parenti del giovane condannato si sono poi allontanati. 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui