Nottilucente Ranza
La presentazione di Nottilucente nella Cr di Ranza. Da sinistra Alessandro Bianchi, Martina Marolda, la dott.ssa Ivana Bruno e Carolina Taddei (foto di Leonardo Antognoni)

La XII edizione di Nottilucente inizia dalla Casa di reclusione di Ranza per promuovere il superamento delle barriere fisiche, come quelle del carcere, e sociali, come il binarismo di genere

Nella mattina di venerdì 16 giugno, nella Casa di Reclusione di Ranza, è stata presentata la XII edizione di Nottilucente, dal titolo “Dialogo fra generi”. Una nuova tappa del cammino che, negli anni, ha progressivamente avvicinato le porte della città a quelle della struttura di Ranza, unendo tutta la comunità sangimignanese.

A introdurre l’incontro è stata la funzionario giuridico pedagogico della struttura, la dottoressa Ivana Bruno. All’interno del magazzino ristrutturato grazie a un progetto portato avanti dalla Fondazione Giovanni Michelucci di Firenze, sono intervenuti anche Carolina Taddei, assessora alla Cultura del Comune di San Gimignano; Martina Marolda, responsabile delle iniziative culturali dell’associazione Culture Attive; e Alessandro Bianchi, attore, regista e pedagogo teatrale di Experia Aps ed Empatheatre che collabora da oltre 10 anni con i detenuti di Ranza. La conferenza stampa si è conclusa con la lettura, da parte dello stesso autore, di 3 poesie. Queste opere saranno lette durante la passeggiata poetica nella notte di sabato 24 giugno.

E, martedì 20 giugno alle 16.30, proprio nel teatro della struttura detentiva sangimignanese, si terranno le rappresentazioni, aperte al pubblico su prenotazione, della prima fase di lavoro della messa in scena di “Oceano in jail” e “Noi”, frutto dell’attività svolta con i detenuti da parte di Experia Aps ed Empatheatre. Si tratta di un’anticipazione di Nottilucente 2023.

Grazie a Nottilucente San Gimignano ospita ancora una volta alcuni detenuti della Casa di reclusione di Ranza che, negli anni, si sono fatti parte integrante e fondamentale della manifestazione. Il loro apporto e la loro partecipazione alle precedenti edizioni sono stati importanti per la buona riuscita dell’evento, in particolare attraverso la colazione conclusiva della manifestazione, da alcuni anni gestita e offerta proprio dai detenuti, o come lo spettacolo di teatro “Quando spuntano le ali”, portato in scena durante la scorsa edizione.

Nottilucente si terrà sabato 24 giugno, con oltre 20 eventi tutti a ingresso gratuito.

  • Nottilucente Ranza

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui