A Siena, ristoratori e Calici di Stelle insieme per un menù studiato per l’occasione, mentre si aprono le porte di alcuni tra i più bei palazzi cittadini. A Castellina in Chianti, invece, si osserva il cielo stellato

Se ne parla da tempo, e finalmente il momento è arrivato. Siena si prepara ad accogliere la nuova edizione di Calici di Stelle.

Un evento che da anni riunisce nelle più belle piazze e palazzi d’Italia – Siena inclusa – gli amanti del buon vino e che quest’anno, con l’emergenza Covid-19, ha rischiato di veder saltare le sue date. Alla fine, però, gli organizzatori hanno deciso per il sì: Calici di Stelle si farà – nel rispetto delle normative vigenti – e in tutto lo stivale fervono i preparativi in attesa di una delle notti più magiche dell’anno.

A Siena, quest’anno, Calici di Stelle sarà anche un’occasione per scoprire i ristoranti del centro. Grazie all’accordo tra amministrazione comunale, Confcommercio e Confesercenti, infatti, sono stati coinvolti i ristoratori cittadini che prepareranno un menù o un piatto, abbinati a vini del territorio.

Ventisei i ristoranti che hanno aderito al progetto e che condurranno i clienti in un viaggio tra i sapori della tradizione: Bar Il Palio, Trattoria La Porticina, Ristorante La Miniera, Grand Hotel Continental – Ristorante Sapordivino, Enogastronomia Morbidi, Osteria il Vinaio di Bobbe e Davide, Ristorante Il Sasso, Ristorante Bar La Favorita, Ristorante Da Enzo, Ristorante da Michele, Grotta Santa Caterina Da Bagoga, Compagnia dei Vinattieri, Ristorante TAR-TUFO, Piripì Urban Food, Da Enzo al 22, Rombo e Vas, Ristorante il Masgalano, Ristorante San Domenico, Trattoria la Torre, Osteria Pizzeria Nonno Mede, Trombicche, Il Bandierino, Ristorante Al Mangia, Caffè Ristorante Berta, Osteria degli Svitati, Trattoria Pizzeria al Pozzo.

E poi, la cultura. Per l’occasione, alcuni dei più bei palazzi della città apriranno straordinariamente le loro porte: sarà possibile visitare il Museo Civico e i Magazzini del Sale di Palazzo Pubblico, il Complesso museale Santa Maria della Scala, con relative mostre e persino la Galleria Cesare Olmastroni a Palazzo Patrizi.

Ma non solo Siena. Tante le città della provincia che aderiscono all’evento, con un programma che spazia dall’enogastronomia fino all’astronomia. A Castellina in Chianti, sguardo verso il cielo insieme all’Unione Astrofili Senesi, mentre a Montepulciano, l’evento si snoderà in quattro location d’eccezione: il chiostro senza tempo di Palazzo del Capitano, l’elegante corte di Palazzo Ricci, la panoramica terrazza del Vicolo del Leone e il suggestivo loggiato della Canonica della Chiesa San Biagio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui