L’operazione della polizia contro persone legate al canale Telegram “Basta dittatura”. Per gli indagati ipotizzato il reato di istigazione a delinquere

Perquisizioni sono state svolte anche a Siena nei confronti di no Vax e no green pass. Sono diciassette i provvedimenti nei confronti dei più radicali affiliati al canale Telegram “Basta Dittatura”

Nei loro confronti sono ipotizzati, a vario titolo, i reati di istigazione a delinquere con l’aggravante del ricorso a strumenti telematici e istigazione a disobbedire le leggi. Sedici le città coinvolte: Ancona, Brescia, Cremona, Imperia, Milano, Pesaro Urbino, Pescara, Palermo, Pordenone, Roma, Salerno, Siena, Treviso, Trieste, Torino, Varese. 

Gli indagati, avevano partecipato alla chat, istigando sistematicamente all’utilizzo delle armi ed a compiere gravi atti illeciti contro le più alte cariche istituzionali, tra cui il presidente del consiglio Mario Draghi.

Il canale “Basta Dittatura” è considerato uno degli spazi web di maggiore riferimento nella galassia dei negazionisti del Covid 19, contrari sia alla vaccinazione che al certificato verde ed era già stato oggetto di un provvedimento giudiziario di sequestro nonché della decisione di chiusura da parte della stessa società, in considerazione della gravità dei contenuti pubblicati. 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui