La Fondazione Mps e tre associazioni del territorio danno vita a una giornata per rivitalizzare il quartiere

Domenica 18 giugno Isola d’Arbia si animerà per una grande festa all’aperto grazie al progetto “Nessuno è un’isola”. Promosso dalla Fondazione Monte dei Paschi, Badabam Asd, Circolo Acli Liberarte e Motus, l’obiettivo è quello di rivitalizzare il quartiere utilizzando strumenti artistici e creativi. Questo pomeriggio il vicedirettore generale della Fondazione Mps Luigi Sani, il presidente del Circolo Acli Liberarte Roberto Bizzarri, Tommaso Negri della scuola di circo Badabam e Rosanna Celi di Motus hanno presentato nel dettaglio il progetto.

“Palazzo Sansedoni finanzia molte attività nel settore culturale ed artistico – spiega Luigi Sani -. Da anni uno dei programmi di punta è Reset che è arrivato al terzo anno nel 2022. All’interno di questo programma presentiamo ‘Nessuno è un’isola’, orientato a sviluppare bene le attività culturali, in un’ottica di gestione sostenibile come leva per lo sviluppo locale. Per noi è molto importante”.

“Il progetto nasce grazie alla Fondazione Mps – spiega Rosanna Celi -, che riesce a mettere insieme delle realtà del territorio che operavano nello stesso ma non si conoscevano. Quindi questo progetto ha messo insieme tre associazioni che non avevano mai interagito. Abbiamo scelto un progetto sfidante in un quartiere difficile della città, può essere una semina per il futuro“.

“Abbiamo cercato di creare delle dinamiche di incontro tra i membri del quartiere – afferma Tommaso Negri -, in modo da utilizzare i nostri strumenti artistici come momenti di aggregazione per creare delle occasioni in cui ognuno potesse sentirsi accolto e valorizzato. Un momento di festa che si svolgerà domenica 18 giugno a Isola d’Arbia”. “E’ un progetto sfidante che si concluderà con questa dove si potrà godere di musica, teatro, cibo e musica in modo gratuito” – conclude Roberto Bizzarri.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui