Dalla “Caccia al tesoro del Santa Maria” a “L’abbraccio dell’arte”. Dal 27 dicembre 2021 al 7 gennaio 2022, ecco tutte le attività pensate dal Museo senese per famiglie e non solo.

La magia delle feste prende vita anche al Museo. Al Complesso del Santa Maria della Scala tornano gli appuntamenti natalizi dedicati a bambini, famiglie e non solo. Un’occasione in più per vivere il Museo e riempirsi gli occhi di bellezza, nei giorni di festa, andando alla scoperta degli incredibili ambienti dello storico edificio senese e delle opere che lo arricchiscono. Dal 27 dicembre 2021 al 7 gennaio 2022, le porte del Museo d’Arte per bambini e della Collezione Spannocchi Piccolomini si apriranno ad attività ed esperienze tra arte, divertimento e cura.

A inaugurare gli appuntamenti ci saranno misteriosi enigmi e sensazionali scoperte. Lunedì 27 dicembre, infatti, per i visitatori più piccoli e curiosi, prenderanno il via “La caccia al tesoro del Santa Maria” e “L’Atelier degli animali”. Il primo, pensato come un gioco a squadre dove grandi e piccini, seguendo alcuni indizi, scopriranno insieme le opere e la storia del Museo; il secondo sarà invece un viaggio nel mondo degli animali che vivono sulle tele del Museo e sarà arricchito dall’esperienza della pittura. Pennelli e acquarelli alla mano i bambini saranno chiamati a realizzare un nuovo abitante della collezione.

Dagli animali, ai soggetti. Mercoledì 29 dicembre sarà la volta dei “Ritratti parlanti”, l’attività volta a scoprire i più importanti aspetti del genere del ritratto: dal supporto alla tecnica, dal contesto al soggetto. Tramite supporti audio, racconti e un pizzico di fantasia, l’obiettivo sarà mettersi in ascolto delle opere ed entrare nel mondo degli innumerevoli personaggi che, da anni, abitano il museo. Ad essere vissuta, giovedì 30 dicembre, sarà invece la Collezione Piccolomini Spannocchi, recentemente riunita e pronta ad accogliere i più piccoli visitatori in un percorso pensato ad hoc. Tramite quiz, disegni da colorare e particolari da cercare nei dipinti, sarà esplorata la differenza tra i generi pittorici del ritratto, della natura morta e del paesaggio.

L’arte e la cura, infine, si tengono per mano ne “L’abbraccio dell’arte” l’attività che, sviluppata al Santa Maria della Scala, rientra nel progetto regionale Musei Toscani per l’Alzheimer. In due incontri gratuiti – martedì 28 dicembre e lunedì 3 gennaio – nel Complesso Museale senese, prenderà vita un programma singolare in grado di riportare la struttura alle sue funzioni originarie: quelle di luogo d’accoglienza, di ospitalità e integrazione. I visitatori, accompagnati dagli educatori museali, osserveranno un’opera che diventerà lo stimolo per sollecitare emozioni e reminiscenze e punto di partenza per creare racconti e poesie con l’obiettivo di offrire esperienze preziose anche a quelle persone che, gradualmente, stanno perdendo i loro ricordi.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui