L’avvocato difensore Fabio Pisillo: “Va fuori da limiti censure,critica princìpi contabili”

“Ritengo che il ricorso della procura generale di Milano sia inammissibile perché fuori dai limiti delle censure che si possono far valere dinanzi alla Cassazione che è giudice di legittimità”. Così l’avvocato Fabio Pisillo, difensore dell’ex presidente di banca Mps Giuseppe Mussari, commenta la notizia per cui la procura generale di Milano ha impugnato in Cassazione la sentenza con cui la corte d’appello lo scorso maggio ha assolto tutti gli imputati, i vertici della banca senese fino alle banche Deutsche Bank Ag, la sua filiale londinese e Nomura. “Infatti – ha spiegato Pisillo – tutto il ricorso lamenta solo e soltanto erronea applicazione dei principi contabili Ias/Ifrs nella redazione dei bilanci e quindi cerca di contrastare valutazioni di merito, peraltro più che correttamente fatte dalla corte d’appello di Milano”, “su cui la Cassazione non può esprimere giudizi di merito”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui