ennio calabria

Addio a Ennio Calabria: l’artista realizzò il Drappellone per il Palio dell’Assunta del 1987. Vinse la Pantera con Cianchino e Benito

Si è spento a pochi giorni dal suo 87esimo compleanno Ennio Calabria, artista italiano che ha dedicato la sua pittura al territorio sociale e a quello esistenziale, rappresentando il mondo del lavoro e dei lavoratori. Calabria fu anche un artista del Palio, realizzando il Drappellone dell’agosto del 1987, vinto dalla Pantera con Cianchino e Benito.

Nato a Tripoli il 7 marzo del 1937, l’artista si è spento ieri a Roma, all’ospedale Fatebenefratelli. In quel Palio, Cianchino e Benito segnarono un record della Piazza, con il cronometro che si fermò a 1’14”.

Dopo aver conseguito la maturità artistica nel 1955 all’Accademia di Belle Arti di Roma, Calabria tenne la sua prima personale alla galleria “La Feluca” nel ’58 sempre nella capitale.

Dal 1961, entrò a far parte del gruppo “Il Pro e Il Contro”, punto di riferimento dell’arte figurativa. All’interno di questa cerchia vi erano anche Ugo Attardi e Renzo Vespignani, anche loro pittori dei Palii, rispettivamente del 1974 vinto dalla Selva e del 1983 vinto dalla Giraffa.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui