Siena sotto choc per la scomparsa di Laerte Mulinacci: l’autopsia e le indagini in corso

E’ stata una domenica surreale quella vissuta ieri dalla città di Siena. Laerte, 38 anni, era conosciutissimo in città, e non solo per essere figlio di Lorenzo, presidente dei Fedelissimi. Aveva un carattere forte, che emanava sicurezza, che si appassionava a quello che faceva. La Tartuca era un pezzo importante della sua famiglia, quella contrada che si è stretta a Lorenzo e Senia in un abbraccio straziante, perchè esprimere un dolore così grande a parole è stato per tutti impossibile.

Ma Laerte era anche un giovane che amava lo studio, quello della storia soprattutto, che insegnava al liceo, e che si stava dedicando ad un dottorato di ricerca all’università di Firenze. E l’Università di Oxford lo aveva contattato per poter far parte di un programma di ricerca internazionale. Era un giovane che amava il calcio, come il padre, e che in contrada si occupava delle attività degli adolescenti nella compagnia di Porta all’Arco. Era creativo e divertente, mai eccessivo, una persona con la quale è bello stare in compagnia.

Sulla dinamica dell’incidente avvenuto a poche centinaia di metri dalla sua casa, dove stava tornando dopo una serata trascorsa con gli amici della Tartuca a cena nell’alleata, sono in corso indagini. Questa mattina, 29 gennaio, è stata disposta l’autopsia mentre sono state acquisite immagini delle telecamere della zona per trovare una spiegazione della caduta dalla moto in strada dei Tufi. Una via piena di curve, nella quale, a destra scendendo dal centro verso l’abitazione del giovane, confina con la campagna. Non si esclude quindi l’ipotesi di un’auto, in salita, che abbia allargato una curva e che lo abbia costretto a sbandare, ma neppure quella di un animale selvatico che abbia attraversato la strada. Quando un automobilista di passaggio ha dato l’allarme, non c’era nulla che potesse dare una spiegazione dell’incidente.

Ancora non si conosce l’orario in cui Laerte sarà trasferito nella sala delle vittorie della contrada della Tartuca, ma è possibile che ciò avvenga già nel pomeriggio di oggi.

Susanna Guarino
Lascio agli altri la convinzione di essere i migliori, per me tengo la certezza che nella vita si può sempre migliorare

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui