Montanari ha acquistato un’altra squadra nonostante il disastro senese e i problemi a Legnano. Intanto circolano tante voci sul futuro del club lombardo

Emiliano Montanari continua a regalare colpi di scena. Ieri è diventato il nuovo presidente del Victor San Marino, squadra che milita in Serie D nel Girone D. E’ solo l’ultimo capitolo dell’avventura nel mondo del calcio del patron della Global Service, una storia che prosegue nonostante tutto ciò che è avvenuto e sta ancora avvenendo a Siena.

La vicenda purtroppo è nota a tutti i tifosi bianconeri: Montanari acquista il club nell’estate del 2022, fa tante promesse, ma ci sono voci di corridoio preoccupanti; la squadra inizia la stagione alla grande, ma poi crolla a causa dei problemi extra campo, finisce la stagione appena in zona playoff, ai quali deve rinunciare dopo una penalizzazione. Dopodiché arrivano l’esclusione dalla C, le montagne di ricorsi inutili, il rischio per la città di rimanere senza calcio per un anno, infine la ripartenza dall’Eccellenza al fotofinish con una nuova proprietà.

Ma rimane tutt’oggi ancora irrisolta la questione dello stadio Franchi, con una battaglia legale tecnica e infinita che va avanti tra il Comune di Siena e l’Acr Siena (il cui proprietario oggi risulta Roberto Romano, non più Montanari). E nel frattempo il Siena deve giocare le sue partite a Badesse, in un campo non sempre in buone condizioni, e il Rastrello è vittima di un degrado mai visto.

Nonostante il disastro senese, Montanari nel dicembre 2022 acquista anche il Legnano, club lombardo di Serie D. Anche lì i problemi fuori e dentro il campo non sono mancate, con annesse contestazioni da parte dei tifosi. Nella stagione in corso la squadra è terzultima in classifica e ha cambiato la bellezza di quattro allenatori. Adesso però potrebbe arrivare una nuova svolta: secondo LegnanoSport Montanari sarebbe vicino a vendere il club lombardo a un gruppo milanese per una cifra intorno ai 250mila euro. Altre voci però parlano di un rimpasto nel CdA nella società, con Montanari che rimarrebbe come proprietario ma con un nuovo presidente.

A questo punto gli occhi sono puntati su San Marino, dove l’ex presidente Luca Della Balda ha detto che Montanari gli ha fatto un’ottima impressione. Non resta che aspettare per capire se anche lì si ripeteranno le stesse situazioni problematiche, per usare un eufemismo, viste a Siena e a Legnano. Il tutto nel silenzio assordate della Figc.

Vincenzo Battaglia
Sono nato a Melito di Porto Salvo (RC) e mi sono diplomato al Liceo Classico di Reggio Calabria. Dopo la maturità, ovvero sia più di sei anni fa, mi sono trasferito a Siena, una città che ormai è più di una seconda casa. Qui ho conseguito una laurea triennale in Scienze Politiche e una magistrale in Scienze Internazionali e Diplomatiche. Da sempre appassionato alla scrittura, il mio proposito è quello di raccontare ciò che mi accade intorno in modo obiettivo.

1 commento

  1. Si vede che ha Legnano ha finito di tesserare giocatori che portano sponsor x giocare(non giocare) Col gruzzolo ora va altrove , purtroppo film già visto me nessuno alza la voce x paura di non accasarsi poi altrove

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui