“C’è un’eccessiva stima legata ad un possibile impatto negativo. Anche in altri paesi ci sono banche possedute dal governo”

Nel corso di una lunga intervista concessa al quotidiano online economico Milano Finanza, l’amministratore delegato di Intesa Sanpaolo Carlo Messina ha toccato anche il tema Mps, commentando quella che è a suo avviso la situazione della Banca senese dopo il fallimento dell’accordo tra il Mef e Unicredit.

“C’è una stima eccessiva legata a un possibile impatto negativo – afferma Messina a Milano Finanza -. Anche in altri Paesi ci sono banche possedute dal governo, senza contare che il margine di interesse e le commissioni con la crescita del Pil prevista in Italia possono incrementarsi a loro volta. Non sono preoccupato assolutamente, non è un rischio per l’Italia”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui