Privi di Iozzi e dopo neanche 48 ore dalla bruciante sconfitta di Pisa, biancoverdi trascinati dagli ottimi Tognazzi, Puccioni e Prosek

Per la Mens Sana doveva essere una settimana difficile e lo è stata. Anzi, è iniziata nel peggiore dei modi, con la sconfitta per un punto sul campo del Cus Pisa giovedì scorso, dopo aver condotto a lungo la partita e con la frattura scomposta del setto nasale subita dal numero 6 mensanino Andrea Iozzi. Non era facile per coach Betti impostare la gara di stasera dovendo fare i conti con la stanchezza e con le rotazioni ridotte. Ma evidentemente l’allenatore della Mens Sana ha trovato le parole giuste per motivare i suoi, che sono scesi in campo agguerriti e hanno scavato da subito un vantaggio consistente, riuscendo a rimanere in controllo fino alla fine.

LA CRONACA. Coach Betti schiera Cucini in quintetto titolare, insieme a Tognazzi, Puccioni, Prosek e Pannini. Carrara parte molto confusa in attacco, la Mens Sana appare invece aggressiva e sicura di sé: i biancoverdi piazzano un parziale di 12-0 nei primi due minuti e mezzo di gioco. È Suriano a interromperlo con i primi due punti della partita per Carrara, ma in campo c’è una squadra sola, la Mens Sana, che difende forte e vola in contropiede, non lasciando respiro alla CMC. La prima frazione finisce 27-12 per i senesi. Nel secondo quarto la situazione non accenna a cambiare: la coppia formata da Prosek (17 punti e 14 rimbalzi per lui, MVP della partita) e Sabia si rivela un enigma per la difesa di Carrara, mentre Brambilla scalda i motori con due triple e Marrucci gli dà manforte, con un’ottima difesa e diversi canestri. Il secondo quarto si chiude con una grande tripla dall’angolo di Cucini che manda le squadre negli spogliatoi sul 55-30.

Nel secondo tempo la partita si assesta su ritmi più bassi, entrambe le squadre sbagliano molto e vengono fischiati diversi falli che portano spesso le due squadre in lunetta. Si distingue Tognazzi (22 punti, 3/5 dalla lunga distanza), che realizza due canestri da tre, confermando i progressi visti nelle ultime uscite e anche Brambilla torna a segnare. 71-44 è il parziale dopo trenta minuti di gioco. Nell’ultima frazione Carrara prova a rimontare grazie alle triple di Sequiani e ad una zona 2-3 molto aggressiva che manda in confusione la Mens Sana, forse un po’ stanca e tutt’altro che lucida nei possessi finali, ma capace di mantenere il vantaggio fino alla sirena finale.

I TABELLINI.

Mens Sana Basketball: Brambilla 8, Pannini 1, Giorgi 3, Marrucci 6, Puccioni 17, Sabia 9, Cucini 5, Corsini, Prosek 17, Perinti, Tognazzi 22. All.Betti/Toscano, Innocenti.

CMC Carrara: Russo13, Simoncini 10, Sequani 13, Fiaschi 7, Mancini, Tedeschi 25, De Angeli, Cirillo, Melegari, Pipolo, Torre, Nannetti. All.Bertieri.

LA FOTOGRAFIA DELLA PARTITA.

Oggi Edoardo Cucini era chiamato a svolgere un compito non facile: partire titolare al posto dell’infortunato Iozzi, cercando di compensare con l’aggressività il gap fisico rispetto ai suoi pariruolo avversari. Missione più che compiuta per lui, che oltre ai soliti rimbalzi e ad un’ottima difesa ha realizzato anche due canestri molto importanti, tra i quali una tripla dall’angolo alla fine del secondo quarto che ha portato sul 55-30 il punteggio tra le due squadre: è questa la fotografia della partita di oggi, una partita in cui Cucini (5 punti, 8 rimbalzi e un buon +12 di plus/minus) ha indubbiamente saputo dare un contributo prezioso.

IL COMMENTO DEL COACH.

A fine partita coach Paolo Betti ha voluto fare i complimenti ai suoi ragazzi, elogiando lo spirito con cui sono scesi in campo fin dall’inizio: “In tutti loro c’era un’incredibile rabbia dopo la partita persa a Pisa e oggi l’hanno buttata in campo tutta. Hanno fatto una grande prova corale, dopo nemmeno quaranta ore dalla partita precedente: tutti, dal primo all’ultimo, hanno saputo dare il loro contributo. Stiamo vivendo una situazione molto particolare, tra calendario e disagi dovuti alla chiusura del PalaEstra, ci alleniamo tardi la sera e siamo costretti a cambiare spesso il nostro programma. Devo fare davvero i complimenti alla squadra per come sta reagendo a queste difficoltà”.

In effetti, il calendario della Mens Sana prevede ora ben dieci giorni di stop e poi di nuovo un doppio impegno settimanale: il prossimo weekend la Mens Sana sarà ferma per turno “di riposo” e tornerà in campo soltanto mercoledì 15 novembre nel turno di recupero, per affrontare Agliana al PalaCorsoni. Poi, tre giorni dopo, i biancoverdi andranno a Firenze a giocare una partita molto delicata contro la capolista Pino Firenze. Intanto però la Mens Sana può godersi i due punti e le buone sensazioni di stasera, guardando con maggiore serenità all’immediato futuro.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui