I Carabinieri della Compagnia di Poggibonsi hanno sequestrato oltre quaranta chili di droga in un appartamento nella campagna tra Poggibonsi e Colle di Val d’Elsa: arrestato un 39enne

Carabinieri della Compagnia di Poggibonsi e il personale della Stazione di Colle di Val d’Elsa sono stati i protagonisti di un’operazione che ha portato al maxi-sequestro di oltre quaranta chili di droga nella provincia senese. A seguito dell’intervento, è stato arrestato un uomo di 39 anni di origine straniera residente a Poggibonsi che, oltre ai stupefacenti, possedeva una pistola clandestina e due caricatori.

L’appartamento – situato tra Poggibonsi e Colle di Val d’Elsa – potrebbe aver rappresentato un deposito di stoccaggio e un laboratorio per la preparazione e lo smercio. All’interno, i militari dell’Arma hanno trovato non solo cocaina, hashish, marijuana, metadone, barbiturici e chetamina, ma anche 14 chili di sostanza da taglio, 14 taniche di acetone, bilancino di precisione e pressa in metallo.

Alla vista dei carabinieri, il trentanovenne ha tentato la fuga, terminata poi con un salto in un dirupo per evitare l’arresto. Ferito, è stato poi soccorso dall’ambulanza che lo ha condotto all’ospedale Le Scotte e, successivamente, è stato portato alla Casa Circondariale di Siena.

L’arresto – avvenuto per detenzione di stupefacenti ai fini di spaccio e di arma clandestina e ricettazione – è stato poi convalidato con l’udienza, avvenuta il 16 ottobre, con la misura cautelare della custodia in carcere a disposizione dell’autorità giudiziaria.

Ad oggi, per i Carabinieri nell’area della Valdelsa senese, questa operazione risulta essere uno dei sequestri di sostanze stupefacenti più rilevanti, sia in termini quantitativi che qualitativi. Se venduta nel mercato al dettaglio, infatti, la droga avrebbe permesso un guadagno di diversi milioni di euro.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui