Si terrà sabato prossimo, 17 settembre, in Piazza del Campo la cerimonia di consegna del Masgalano per i Palii del 2022.

A vincere il prestigioso riconoscimento è stata la contrada di Valdimontone le cui comparse, in occasione del corteo storico che ha preceduto il Palio del 2 luglio e del 16 agosto scorsi, si sono distinte per eleganza, dignità di portamento e coordinamento.

Il premio, offerto dall’Associazione Culturale Feriae Matricularum e realizzato dallo scultore e cesellatore  Dante Mortet, sarà consegnato al Priore della Contrada dal Sindaco di Siena.

Nel corso della cerimonia ai proprietari dei cavalli Zio Frac e Violenta  Da Clodia, vincitori rispettivamente della Carriera del 2 luglio e del 16 agosto, verranno donati i tradizionali “bandierini” e pergamene, realizzati degli studenti del Liceo artistico statale cittadino “Duccio di Boninsegna”.

In particolare: per Zio Frac Angela Pollai ha realizzato il bandierino e Greta Marchini la pergamena; per Violenta Da Clodia il bandierino è di Edoardo Di Prisco e di Esther Pracchia la pergamena; mentre la pergamena alla Contrada vincitrice del Masgalano porta la firma di Giulia Buracchi.

Nell’occasione sarà presentato anche il Numero Unico straordinario che ripercorre la storia del Masgalano e dei Goliardi Senesi.

In caso di maltempo la cerimonia si svolgerà al Teatro Comunale dei Rinnovati.

I Goliardi senesi hanno raccontato così questa loro esperienza:

“Siamo arrivati alla fine di questo meraviglioso e unico viaggio, abbiamo cercato di spiegare il nostro forte legame con la città, con le Contrade e con il Palio. È stato un onore avere avuto questa immensa opportunità. Sarà un orgoglio poter consegnare il nostro Masgalano in piazza del Campo,un qualcosa che per noi rimarrà impresso nella memoria GAUDEAMUS IGITUR

Il giornalismo è una professione che non si sceglie, è lui che sceglie te. Ho sempre creduto che il valore di un vero professionista sta nel fatto di mettersi completamente a servizio del "racconto", stare un passo indietro piuttosto che sentirsi gli attori di ciò che scriviamo. Noi siamo solo il tramite per far arrivare il "racconto". Per questo prendo in prestito le parole di Joseph Pulitzer per ricordare la raccomandazione più importante: "Presentalo brevemente così che possano leggerlo, chiaramente così che possano apprezzarlo, in maniera pittoresca che lo ricordino e soprattutto accuratamente, così che possano essere guidati dalla sua luce."

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui