Un centinaio di persone, una bancarella di libri e molte discussioni

Si è tenuta questa sera dentro le mura di Porta Camollia la manifestazione organizzata dal Coordinamento Siena No Green Pass, con la partecipazione del movimento Studenti No green pass dell’Università di Firenze.

“Scopo della manifestazione – dicono i promotori – è portare testimonianze in difesa della Costituzione e dei diritti fondamentali: salute, lavoro e studio”. La manifestazione, che ha contato non più di un centinaio di presenze, ha visto prendere la parola uno dopo l’altro l’avvocato Gianfranco Amato, l’autore ed editore Giulio Milani e gli studenti dell’Università di Firenze. Tutti concordi nel considerare la vaccinazione e le misure di contenimento del virus, come il Green Pass ed il super Green Pass, al pari di un ricatto che i governi farebbero alla nostra libertà di cittadini.

In piazza i manifestanti lamentano il “mancato funzionamento del vaccino” e sostengono che, dopo la vaccinazione di gran parte della popolazione, il governo aveva garantito che non avrebbe più imposto limitazioni, e se adesso lo ha fatto è per approfittare della situazione e stringere le catene del potere. La maggioranza di loro non è negazionista, sa bene che il virus è reale, crede solo che i potenti del mondo si siano approfittando della situazione e vuole denunciarlo. Tutti si lamentano, molti lo fanno senza mascherina, ma il distanziamento sociale è stato comunque rispettato visto lo scarso affollamento.

“È un virus che si sta mutando in un regime sistemico, che riguarda tutte le forze politiche che hanno cavalcato e alimentato un reale problema sanitario – dice Giulio Milani – trasformandolo nell’occasione per ottenere dei cambiamenti di natura economica e un rimodellamento degli assetti sociali attraverso il sistema del green pass”.

Le interviste a Giulio Milani, autore ed editore e Martino, rappresentante degli Studenti No green pass

Sono una giovane studentessa della facoltà magistrale di Lettere, maremmana di nascita, ho lasciato l'Argentario da quattro anni per vivere e studiare a Siena. Mi interesso di politica, ambiente e attualità, con il proposito di capire e raccontare la cronaca di un territorio tanto antico e ricco di storia quanto vivo e vitale come quello senese.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui