La Regione Toscana ha messo a disposizione dei Comuni mezzi e volontari, oltre 100 in tutto il territorio

La Toscana firma lo stato di emergenza regionale in seguito agli eventi meteorologici che dal 15 agosto si stanno abbattendo sul territorio causando danni e disagi con conseguenze gravi come feriti e decessi. A darne notizia è lo stesso presidente Eugenio Giani sulla sua pagina Facebook: “Ho appena firmato lo stato di emergenza regionale dalla durata di sei mesi per gli eventi meteorologici del 15 e 18 agosto nel territorio delle Province di Massa, Carrara, Lucca, Pistoia, Prato, Città Metropolitana di Firenze, Arezzo, Siena, Pisa, Livorno e Grosseto”.

La decisione è stata presa in seguito alla videoconferenza con il coordinamento della Protezione civile per fare il punto sugli effetti della perturbazione ha colpito la regione. Erano presenti le prefetture, le province, i vigili del fuoco, i volontari e il Lamma.

In questo momento la Regione Toscana ha attivato la Colonna mobile mettendo a disposizione dei Comuni mezzi e volontari, oltre 100 in tutto il territorio. Nei comuni più colpiti sono in corso le verifiche su infrastrutture e immobili e al momento i vigili del fuoco hanno attive oltre 500 chiamate di intervento.

Il Lamma segnala una nuova perturbazione che colpirà la Regione nella serata di oggi fino a notte inoltrata. La protezione civile invita tutti alla massima prudenza e ad attuare comportamenti che non pregiudichino la sicurezza individuale e collettiva.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui