Atletico Piancastagnaio in festa dopo la vittoria contro il Club Firenze negli ultimi spareggi playoff di Seconda Categoria

L’ufficialità è stata data poche ore fa dal CRT. In 7 anni di storia sono già due le promozioni

Un ripescaggio tira l’altro. Di questi tempi non ci potrebbe essere frase più azzeccata sulle pendici del Monte Amiata, dove tutti sono col fiato sospeso per la decisione dei vari tribunali sportivi sul ripescaggio della Pianese in Serie C mentre, nel frattempo, c’è già un altra squadra del comprensorio che può esultare. L’Atletico Piancastagnaio, infatti, potrà fregiarsi dell’onore di disputare il prossimo campionato di Prima Categoria, per la prima volta nella sua storia. Nell’ultimo comunicato pubblicato dal Comitato Regionale Toscana della FIGC infatti, vista l’esclusione (per mancata iscrizione) di Malmantile, Montiano e Pergine dalla divisione in questione, i Lupi sono stati una dei tre club ad essere integrati per completare l’organico (le altre sono il Mulazzo di Massa-Carrara e il Livorno 9, ndr).

Niente di più meritato, visto che due mesi e mezzo fa la società pianese vinceva prima i playoff inter-girone e poi, con una rimonta da antologia, anche gli spareggi regionali contro il Club Sportivo Firenze. In quell’occasione la squadra di mister Alessio Benanchi – che aveva sostituito a stagione in corso Giacomo Buoni – riuscì a pareggiare al 95′ l’iniziale vantaggio fiorentino, per poi completare la rimonta nei tempi supplementari. Il successo della società oggi presieduta da Valerio Scapigliati viene però da un passato (nemmeno troppo lontano) ma già ricco di successi: in soli 7 anni sono infatti già due le promozioni nella categoria superiore (la prima nel 2018/2019, dalla Terza Categoria).

Soprattutto, ciò che risalta agli occhi degli sportivi è la genuinità della società, nonché l’ambizione e la dedizione dei dirigenti nel perseguire un intento comune: quello di formare una rosa di giocatori proveniente dallo stesso luogo. Una promessa complicata da mantenere, in un mondo dilettantistico sempre di più sulla falsariga di quello professionistico, che i Lupi stanno però portando avanti di stagione in stagione. Il mercato estivo sta già dando i suoi frutti, e sempre più talenti del circondario stanno sposando la causa bianconera. Finalmente, dopo diversi decenni, grazie alla promozione dell’Atletico tornerà a disputarsi l’infuocato derby contro l’Amiata, in una sorta di déjà-vu dei tempi d’oro quando, però, nei bassi livelli dilettantistici gli amaranto affrontavano una Pianese ancora non entrata sotto l’ala protettiva di Maurizio Sani. “Attenti al Lupo“, allora: l’Atletico Piancastagnaio è in Prima Categoria.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui