Alla presentazione anche il senatore Riccardo Nencini, Presidente della commissione cultura e istruzione del Senato

Al via la nuova biblioteca multimediale dei licei poliziani. Nuovi e innovativi spazi, rinnovati grazie ai fondi ministeriali nell’ambito del Piano Nazionale Scuola Digitale, all’impegno degli studenti delle classi 5C Scienze Applicate e 4A Liceo Scientifico guidate dalla supervisione delle professoresse Carmen Ametrano e Silvia Gennari.

Gli studenti hanno dapprima sviluppato un progetto ex-novo, poi hanno tecnicamente contribuito alla sistemazione dei locali rendendoli adatti a una serie di molteplici circostanze afferenti al vasto mondo del libro. Inoltre, è stato digitalizzato l’intero catalogoacquistati reader per la lettura di libri digitali e scanner sofisticati per la digitalizzazione di libri cartacei, rendendo di fatto la Biblioteca un luogo di fruizione di contenuti ad ampio spettro.

L’inaugurazione è avvenuta questa mattina: ha introdotto l’incontro il Preside dei licei poliziani Marco Mosconi, che ha evidenziato l’importanza dell’evento, mentre il presidente del consiglio d’Istituto Salvioni ha messo in luce “da genitore l’importanza di avere questi luoghi di aggregazione e di cultura belli e funzionanti”.

La presentazione è continuata con il sindaco di Montepulciano Michele Angiolini, il quale ha voluto ringraziare gli studenti che si sono comportati in maniera corretta ed hanno dovuto passare un anno difficile a causa della pandemia. “Il libro – ha detto – è uno strumento fondamentale per abbattere ostacoli. In questo anno di pandemia abbiamo capito l’importanza della digitalizzazione, di tutto quello che si può fare attraverso internet e quindi utilizziamolo correttamente perché sicuramente sarà un elemento qualificante, come sarà un elemento qualificante la biblioteca non solo per i licei poliziani ma soprattutto per i ragazzi che studiano a Montepulciano”.

I saluti istituzionali sono poi proseguiti con il sindaco di Torrita di Siena Giacomo Grazi, che ha ricordato fra le altre cose l’evento online “Il borgo dei libri”. Non sono mancati anche i saluti istituzionali da parte della Regione con la consigliera regionale Elena Rosignoli, che ha ricordato due progetti regionali: uno riguardante la promozione e l’aiuto nella lettura per coloro che hanno difficoltà linguistiche o cognitive, l’altro (per le scuole superiori) dei quindici minuti di lettura silenziosa, ovvero di iniziare le lezioni in questo modo.


All’inaugurazione ha partecipato anche il parlamentare Riccardo Nencini, in qualità di Presidente della commissione cultura e istruzione del Senato: “Ai giovani non lasciamo moto, anzi lasciamo un gran debito sulle spalle ed è inutile girarci intorno, sarà un debito che in larghissima parte peserà sulle loro famiglie future. Lasciamo poche garanzie”. Nencini ha continuato spiegando come “sia stato fatto molto per le pensioni e le vecchie generazioni, ma non è stato fatto abbastanza per immettere i giovani nel mercato del lavoro. Tuttavia, le cose dovrebbero migliorare con il Piano Nazionale Ripresa e Resilienza”. “La Dad – ha concluso – è stato un sistema per ovviare a una condizione di emergenza terribile. Ci vorrà molto tempo per tornare alla normalità e non possiamo più consentire che questo tempo sia lesivo per la scuola.”


Infine, sono intervenute le professoresse coinvolte nel progetto. “Grazie ai finanziamenti ci siamo potuti muovere su due fronti – ha sottolineato la professoressa Gennari -Il primo riguardante la ristrutturazione dello spazio della biblioteca, creando quindi una biblioteca scolastica innovativa, ossia che non fosse solo uno spazio dove potessero essere contenuti solo dei libri. Il secondo riguardante il mondo digitale, acquistando strumentazioni nuove, utili anche alla produzione di risorse digitali”.
L’incontro si è conclude con la presentazione dettagliata della biblioteca da parte degli studenti e delle studentesse e dell’architetto Riccardo Pizzinelli (qui il link per vedere il video dell’incontro).

Nato a Montepulciano, lo studio universitario mi ha portato prima a Siena, poi a Milano. Attivista nel mondo dell’associazionismo e grande passione per la politica, la tutela ambientale e il cibo. Da ex sbandieratore, sono molto legato agli eventi culturali e folkloristici del mio territorio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui