La rubrica settimanale di Elisa Papi

Il secondo e ultimo capitolo della saga dei Florio– scritto da Stefania Auci– così come è stato con il precedente volume ti inchioda alla lettura, capitolo dopo capitolo, riuscendo a far immedesimare il lettore nelle vicende di Casa Florio.

Se nel primo volume viene raccontata l’ascesa di questa famiglia calabrese che giunge da immigrata a Palermo con in mano solo la conoscenza dell’aromateria e che, passo dopo passo costruisce un impero, nel secondo volume è invece raccontato il declino di questa famiglia causato dalla precoce dipartita di Don Ignazio (figlio di Vincenzo, figlio di Paolo e nipote di Ignazio: “un Vincenzo e un Ignazio, sempre in Casa Florio”) che  dedica tutta la sua vita a continuare l’opera del padre e ad accrescere il potere di della famiglia sino a diventare senatore, che lascia la sua fortuna in mano ad Ignazziddu, troppo preso da “i fimine”, troppo arrogante o forse solo impreparato per gestire una così potente impresa. E tu lettore non puoi far a meno di soffrire, comprendere, arrabbiarti insieme ai Florio.

Pensare a come un’operazione poteva essere realizzata in un modo piuttosto che nell’altro, a come una fortuna del genere venga sperperata oppure più semplicemente, soffermarti a riflettere su i protagonisti di questa storia , realmente esistiti e documentati dalle fonti (presentate all’inizio di ogni capitolo dalle sapienti mani della scrittrice); puoi sentire la profonda gioia e libertà che Don Ignazio prova quando acquista l’isola di Favignana, assaporare la soddisfazione provata da quest’uomo una volta diventato senatore, così come puoi comprendere la la sofferenza e la vergogna di Ignazziddu che vede sfumare fra le mani il patrimonio di famiglia, poiché incapace di gestirlo e troppo superbo per ammetterlo.

La storia dei Florio è la storia dei nostri nonni, zii parenti e in fondo la storia di tutti noi.

Consigliato con la C maiuscola!

Consigli per gli acquisti: L’inverno dei Leoni, Editrice Nord, euro 22

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui