La rubrica settimanale di Elisa Papi


Jean Claude Romand è un medico. Ma uno importante, con contatti ai piani alti, benvoluto e amato dalla comunità di Prevessin. Romand ha una moglie e due figli e il 9 gennaio del 1993 li uccide e cerca poi di togliersi la vita…o cosí pare. La comunità e i suoi amici piú stretti cadono dalle nuvole non capacitandosi di questo gesto, le indagini avanzano e piano piano il grande castello di menzogne costruito da Jean Claude cade mostrando scenari impensabili.

Un romanzo psicologico ammaliante e tratto soprattutto da una storia realmente accaduta narrata da Carrere che ha conosciuto quest’uomo e ha cercato di descriverne gli intrecci della mente senza tuttavia giungere ad una conclusione, una spiegazione o la comprensione del perché quest’uomo abbia fatto tutto questo. Questo libro lascia un po’ di insoddisfazione perché non risponde alla domanda del lettore… Perché l’ ha fatto? Ma forse dopo tutto a questa domanda non c’ è alcuna risposta.

Consigli per gli acquisti: L’avversario, Emmanuel Carrere, Adelphi, euro 17

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui