La rubrica settimanale di Elisa Papi

Oggi è una domenica diversa, c’è il sole arriva la primavera e sta arrivando anche il caldo.
E allora cosa c’è di meglio di “Justine o i guai della virtù” del Marchese de Sade (da lui il termine sadismo).
Justine è una ragazza pura, devota e gentile che ha un unico scopo nella sua vita: difendere la sua virtù, il bene più prezioso che possiede.
Ma la fanciulla è perseguitata da una sfortuna immane che la fa capitare sempre in luoghi dove la depravazione e l’oscenità sono all’ordine del giorno in qualsiasi classe sociale, ente, religione o cultura.
Dal più povero al più ricco tutti gli uomini sono facili ai piaceri, anche quelli inconfessabili, agli insulti e alle oscenità che ne sai salotti non si possono nominare, ma che sono il vizio preferito di ogni astante.
La povera Justine cercherà il tutto per tutto per preservare la sua virtú e scoprirà anche che a volte basta essere puri di cuore.
Uno dei libri più dibattuti della storia, erotico e “a luci rosse” che ha fatto una grande fortuna nel cinema, nel teatro e nella televisione consacrando il nome del marchese all’eternità
Per stomaci forti e curiosi non è un libro che si legge dopo pranzo…!
Buona lettura

Consigli per gli acquisti: Justine o i guai della virtú, D.A.F. De Sade euro 8.90,

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui